Napoli, l’analisi del giorno dopo

Il Napoli di Sarri è sceso in campo contro il Sassuolo in una partita importantissima per la volata al secondo posto. La squadra azzurra, tra sfortuna ed errori individuali ha perso altri due punti con una cosiddetta “piccola”. Dal canto suo il Sassuolo è stato bravo a sfruttare tutte le occasioni e resistere all’orda dell’attacco azzurro per tutti i 90′ minuti.

Nei primi 45′ minuti la partita è stata davvero equilibrata. L’unico episodio da registrare è il dubbio rigore chiesto da Mertens su un tocco di un difensore avversario. Le proteste non sono servite, l’arbitro ha lasciato correre. Nella ripresa la partita si accende. Gli azzurri passano in vantaggio al 52′ con Mertens che segna l’ennesimo goal stagionale. Il vantaggio dura però soltanto pochi minuti. Un errore clamoroso di Hamsik lascia Berardi solo davanti al portiere, con freddezza l’attaccante neroverde pareggia i conti.

Comincia poi la dura relazione tra il Napoli e i legni. Mertens colpisce una clamorosa traversa su punizione, mentre Insigne fa tremare il palo dopo un’eccezionale azione personale. La dura legge del calcio si concretizza poi all’80’. Reina fa una parata miracolosa su Cannavaro ma non può nulla sulla ribattuta di Mazzitelli che segna il 2-1. Milik ha poi l’ultimo guizzo a pochi minuti dal termine segnando così la rete del definitivo pareggio. Il match si chiude tra le proteste azzurre per un tocco di mano di Cannavaro però inesistente.

Ancora una volta la squadra di Sarri ha mostrato la differenza con la Juventus. Nei momenti importanti non riesce a conquistare i fondamentali tre punti. Potrebbe essere stata sfortuna visto i pali. Oppure inesperienza visti gli errori in difesa. Ma una cosa è certa, per vincere il campionato bisognerà crescere ancora molto. L’attacco rimane senza dubbio l’arma in più di questa squadra ma la retroguardia andrebbe rivista.

Quale sarà la prossima mossa di Sarri?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.