Pescara, l’addio alla squadra di Gianluca Caprari

Per lasciare la piazza che lo ha cresciuto negli ultimi anni, Gianluca Caprari ha scelto il modo migliore. In un palcoscenico molto importante a livello nazionale quale il “Franchi” di Firenze, è risultato il migliore in campo tra i suoi. Il gol è solo una parte della gran gara disputata dall’attaccante. La sua avventura pescarese si è chiusa così. Ora ci sarà l’Inter, poi si vedrà.

Stagioni belle e vincenti

Arrivò a Pescara nell’ultimo giorno del mercato invernale del 2012, pochi giorni dopo andò subito a segno con il Varese. In quella stagione chiuse con tre reti all’attivo, due di queste segnarono l’apoteosi biancazzurra nel successo sulla Sampdoria. Il Pescara lo inserì in rosa anche in Serie A, dove raccolse 24 presenze e firmò due reti. Tornò alla Roma, che lo aveva cresciuto nel settore giovanile, fino al Gennaio 2014. Poi ancora Abruzzo per lui, arrivando a disputare due finali playoff e vincendone una. Dopo 148 incontri e 31 marcature con il Delfino, Caprari approda all’Inter.

Il saluto al Pescara

Nel pomeriggio odierno, sui suoi profili Instagram e Facebook, l’attaccante ha lasciato un messaggio per chiudere l’esperienza biancazzurra. Di seguito riportiamo le sue parole: “Sei stagioni sono lunghe. In questi sei anni sono cresciuto e cambiato. Sono caduto e mi sono rialzato. Ho vissuto momenti brutti e belli. Ma sopra ogni cosa conservo (e porterò sempre con me) istantanee di tanti momenti: di questa città e del suo mare, delle persone che mi hanno voluto bene, dei miei compagni, della società, dei magazzinieri, fisioterapisti e tifosi. Ringrazio tutti. Di cuore. Avrei voluto salutare in maniera differente. Auguro il meglio alla città ed a questa società che mi ha cresciuto. Forza Pescara.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.