Sampdoria-Sassuolo, il posticipo della nona giornata non va oltre lo 0-0

È da poco terminata a Marassi, con il risultato di 0-0Sampdoria-Sassuolo, posticipo che ha chiuso definitivamente la nona giornata di Serie A. 

Dopo due ko di fila con Milan e Napoli, i neroverdi riescono a conquistare un punto in trasferta, chiudendo questo snodo cruciale del loro calendario. I padroni di casa, invece, si confermano miglior difesa del campionato. La partita risulta particolarmente piacevole ed equilibrata, ciò manca è solo il gol.

L’analisi del match

Il primo pallone della gara lo gioca la Samp, con Murru che al 3′ prova a crossare in area, dove però gli avversari intercettano senza problemi. Il Sassuolo reagisce al 7′, quando Babacar si ritrova smarcato in posizione invitante, ma il suo tiro termina di un soffio largo oltre il palo destro. Gli ospiti mantengono con costanza il possesso palla e a al 15′ hanno la possibilità di segnare grazie ad un corner, ma uno dei difensori riesce a spazzare. Qualche minuto dopo il gioco si ferma poiché Berardi ha bisogno dello staff medico, ma si rialza e rimane in campo. Al 25′ grossa occasione sprecata da Gaston Ramirez: dopo aver ricevuto un bel passaggio, l’uruguaiano manda il pallone altissimo sopra la traversa. Tre minuti dopo Defrel raggiunge un cross in area e trova lo spazio per il tiro, il giocatore scaglia però la palla senza precisione verso il palo destro. Intorno alla mezzora la partita è davvero equilibratissima e le due compagini creano azioni interessanti, come quella che genera una nuova occasione per Berardi: il classe ’94 riceve infatti un bel passaggio sul limite dell’area ma colpisce il palo sinistro. Nel frattempo, la gara si fa più fallosa e gli ammoniti salgono a quota te. Al quarantesimo Barreto controlla la sfera e la spara all’angolino basso di di destra, lì c’è però Consigli che salva la rete. A fine primo tempo, precisamente al 45′, l’occasione più concreta è sempre dei doriani: Defrel trova un po’ di spazio per il tiro a ridosso dell’area di rigore e calcia di potenza verso l’angolino basso di sinistra, Magnani devia però in calcio d’angolo con un ottimo intervento. Dopo due minuti di recupero i due schieramenti rientrano negli spogliatoi sullo 0-0.

Il secondo tempo

Tornati in campo, al ’47 Di Francesco aggancia un pallone al limite ma non mette abbastanza potenza nel tiro, quindi tutto troppo facile per Audero. La gara si fa più spezzettata e al contempo cresce l’intesa fra i giocatori della squadra ospite: al 51′ Berardi lascia partire un tiro che però termina di un soffio sopra la traversa. Tre minuti dopo bandierina alzata per la posizione irregolare di Khouma Babacar. Al 57′ sugli sviluppi di un corner di Praet, Quagliarella va alla conclusione, trovando una deviazione ancora in calcio d’angolo. Iniziano ad arrivare i primi cambi da parte dei due allenatori e la Samp ha il pieno controllo della gara, guadagnando anche diversi calci piazzati. Al 70′ Quagliarella, defilato sulla sinistra, disegna un bel cross in mezzo per Barreto, contrastato bene di testa. Il Sassuolo da quel momento in poi rallenta i tempi di gioco e le occasioni nitide sono molto più rare. All’82esimo Berardi perde una palla sanguinosa, Saponara verticalizza subito per Quagliarella, che però difetta nel primo controllo e si fa recuperare. Due minuti dopo, servito divinamente, Mehdi Bourabia scarica un pessimo tiro in porta che termina ben oltre il palo destro. Arrivati al 90esimo vengono assegnati quattro minuti di recupero, ma niente fa si che il risultato cambi.

Il tabellino

SAMPDORIA (4-3-1-2): Audero 6; Bereszynski 6, Tonelli 7, Andersen 6,5, Murru 6,5; Praet 6,5, Ekdal 6, Barreto 6; Ramirez 5 (dal 30′ s.t. Saponara 6); Defrel 5 (dal 16′ s.t. Caprari 5,5), Quagliarella 5,5 (dal 41′ s.t. Kownacki s.v.). A disposizione: Rafael, Belec, Ferrari, Tavares, Sala, Colley, Vieira, Linetty, Jankto. Allenatore: Giampaolo.

SASSUOLO (3-4-3): Consigli 6; Marlon 5, Magnani 7, Ferrari 6,5; Lirola 6, Magnanelli 6,5, Bourabia 5,5, Di Francesco 5,5 (dal 25′ s.t. Sensi 6); Berardi 6,5, Babacar 6 (dal 36′ s.t. Matri s.v.), Djuricic 5,5 (dal 19′ s.t. Adjapong 5,5). A disposizione: Satalino, Pegolo, Lemos, Sernicola, Dell’Orco, Peluso, Locatelli, Trotta, Brignola. Allenatore: De Zerbi.
ARBITRO: Francesco Fourneau di Roma 1.
NOTE: ammoniti al 5′ p.t. Marlon, al 20′ p.t. Andersen, al 32′ p.t. Di Francesco, al 9′ s.t. Barreto e al 17′ s.t. Berardi.

Caterina Pullia

Nata nel marzo 1999 a Lamezia Terme, studia "Comunicazione, tecnologie e culture digitali" all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Scrive di calcio e di Juventus, a cui è fortemente legata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.