Serie A, Bisoli e Sottil: i nuovi figli d’arte

Bisoli e Sottil: due figli d’arte prossimi alla consacrazione?

Calcare i campi di Serie A è certamente il sogno di qualsiasi giocatore, a maggior ragione di un figlio d’arte. Il cognome che portano è spesso un peso, un qualcosa che li sottopone a continui paragoni e pressioni mediatiche. Ma bisogna considerare anche l’altra faccia della medaglia e a tal proposito è altresì un privilegio: quanti consigli può aver dato ad esempio papà Chiesa al figlio Federico in questi anni? Sicuramente tanti e non solo tecnico-tattici, ma soprattutto suggerimenti per lavorare sulla testa, sulla propria continuità e voglia di emergere, stando al contempo sempre coi piedi  per terra.

E quali sono i nuovi figli d’arte della Serie A 2019/20? Per il momento abbiamo conosciuto Dimitri Bisoli, centrocampista del Brescia e figlio di Pierpaolo Bisoli, quest’ultimo ex centrocampista ed attualmente allenatore in cerca di una nuova squadra. Ma non solo. L’altro è Riccardo Sottil, attaccante o ala di proprietà della Fiorentina, oltre che figlio di Andre Sottil. Anche quest’ultimo attualmente allenatore in cerca di una nuova compagine, oltre che ex difensore.

Bisoli –  Classe ’94, di ruolo centrocampista, ha conquistato la promozione sul campo con la maglia del Brescia. Nell’ultima stagione, nel campionato cadetto, ha collezionato 6 goal e 5 assist. E’ dotato di una buona visione di gioco, oltre che di senso dell’assist. Da non sottovalutare è anche la sua propensione al goal, principalmente con le conclusioni dalla distanza.

Sottil – Classe ’99, di ruolo ala o seconda punta, sta trovando spazio con continuità sotto la gestione Montella. In Primavera ha fatto un gran bene e nella stagione 17/18 ha messo a segno 15 reti e 11 assist. Nel 2018/19 ha conquistato la Coppa Italia Primavera e successivamente è stato girato in prestito al Pescara per fare esperienza. Quest’anno la Fiorentina sembra volergli concedere una chance in prima squadra e proprio in occasione della prima di campionato col Napoli si è messo in mostra positivamente. E’ molto duttile, può ricoprire quasi tutti i ruoli dell’attacco ed dotato di un ottimo mancino. Inoltre è abile anche nel saltare l’uomo.

Felice Allocca

Nato ad Avellino nell'ottobre del 1996. Studente presso l'Università degli Studi di Napoli Federico II. Aspirante giornalista sportivo, collabora con il portale Zonacalcio.net.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.