Serie A, la situazione allenatori: Corini torna e vince subito, Semplici e Montella a rischio

Una giornata di Serie A che ha regalato tante emozioni. Gioie e dolori per gli allenatori che, come prevedibile, vivono tutti una situazione diversa. Cominciamo dal ritorno di Eugenio Corini sulla panchina del Brescia. L’ex centrocampista ha ripreso in mano la squadra dopo le tre sconfitte della gestione Grosso. L’ex campione del Mondo in tre gare non era riuscito a fare nessun punto e nessun gol, subendone addirittura 10. Il nuovo inizio di Corini è invece coinciso con un’importantissima vittoria in chiave salvezza contro la Spal a Ferrara.

Proprio la Spal, ora precipitata in fondo alla classifica e che non vince dal 5 ottobre, vede il tecnico Semplici a rischio esonero. L’allenatore, dopo il miracolo dell’anno scorso adesso rischia tantissimo in una situazione che non è stata mai così delicata. Situazione particolarmente difficile anche in casa Fiorentina. I viola, reduci da 4 sconfitte consecutive in campionato, non riescono a rialzare la testa e Vincenzo Montella è sempre più in bilico. Dopo l’ennesima conferma di Commisso, il tecnico rimane però appeso a un filo e la prossima gara con l’Inter potrebbe essere decisiva.

Problemi anche per Ancelotti in casa Napoli. I partenopei non vincono da ottobre e De Laurentiis avrebbe già pronto il sostituto qualora decidesse di esonerare Ancelotti. Pioli invece sembra aver dato un’identità al Milan, che vince la seconda gara consecutiva ma soprattutto convince, al termine di una gara con il Bologna che ha visto succedere di tutto. Dal doppio vantaggio al pieno controllo della partita fino alla sofferenza nel finale.

Giancarlo Labate

Nato a Reggio Calabria nel 1998, studente di Scienze Politiche e grande appassionato di calcio. Sogno di diventare giornalista sportivo per raccontare le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.