Serie A, squalificati e infortunati della 13ma giornata

Dopo la pausa per le Nazionali, ritorna la Serie A. Una sosta che per alcuni è servita a recuperare, per altri invece è stata maledetta a causa degli infortuni accusati.

Partendo dall’Atalanta, la novità in infermeria è Luis Muriel. Il colombiano non è sceso in campo contro l’Ecuador per qualche problema fisico ma le sue condizioni non dovrebbero preoccupare. Con la Juventus non ci sarà ancora Duvan Zapata, fermo dalla scorsa sosta ma che non vuole rischiare ricadute. Anche Freuler, che ha subito un affaticamento muscolare, sta tornando a pieno regime. Si rivede Tomiyasu invece nel Bologna. Il giapponese ha recuperato dal suo infortunio e sarà della partita contro il Parma. Ancora out Soriano, Dijks e Destro, mentre alla lista si aggiunge Santander che ha subito una lesione di primo grado del bicipite femorale sinistro. In casa Cagliari invece si sono fermati Nandez e Luca Pellegrini. Il primo sta recuperando dalla lesione al bicipite femorale della gamba destra. Il secondo invece ha subito una distorsione alla caviglia. Entrambi, molto probabilmente, rimarranno fuori contro il Lecce.

Il Genoa ritrova il proprio capitano Mimmo Criscito, che ha pienamente recuperato dall’infortunio muscolare, ma perde Kouamè. L’ivoriano con la sua Nazionale si è rotto il crociato e dunque termina qui la stagione. Continua il recupero di Sanchez in casa Inter, che sarà pronto per gennaio, mentre Sensi andrà al massimo in panchina contro il Torino, così come Asamoah dopo il problema al ginocchio. Recupera Matuidi nella Juventus. Il francese si era fermato per la frattura della cartilagine della decima costa. Anche Pjanic, dopo il problema accusato in Nazionale, dovrebbe aver recuperato per la gara contro l’Atalanta. Non ce la faranno invece Rabiot e Alex Sandro, entrambi fuori per un problema all’adduttore sinistro. Nel Lecce fuori Falco per una distrazione al collaterale mediale del ginocchio. In casa Milan sta recuperando Musacchio, che dovrebbe essere titolare contro il Napoli, mentre rimane in dubbio Castillejo.

Tra le fila partenopee, anche Manolas ha recuperato la propria condizione e dovrebbe scendere in campo regolarmente. Allan rimane in dubbio come Ghoulam. Da valutare giornalmente le condizioni di Milik che soffre di un problema addominale. Fuori tutto l’attacco nel Parma, con Gervinho e Inglese alle prese con i rispettivi infortuni. A loro si aggiunge anche Cornelius che ha subito una lesione di primo grado al bicipite femorale. Buone notizie per Pellegrini e Mkhitaryan in casa Roma. Entrambi sono tornati in gruppo e proveranno a giocare qualche minuto contro il Brescia. Maglia da titolare invece per Mancini, che si era fermato in Nazionale ma ha recuperato dall’affaticamento. Saluta (o quasi) il 2019 Defrel del Sassuolo che ha subito una distorsione con interessamento dei legamenti alla caviglia sinistra. Berardi out invece per un problema muscolare all’adduttore. In dubbio Petagna nella Spal a causa di una tonsillite, mentre Strefezza è alle prese con una contusione al quadricipite femorale sinistro. Nel Torino Lyanco ne avrà per un po’ a causa di una lesione al collaterale. Laxalt ha subito uno stiramento miotendineo al retto femorale.

Per quanto riguarda gli squalificati, ancora una giornata da scontare per Ilicic, espulso contro il Cagliari, e Malinovskyi che ha ricevuto il rosso contro la Samp. Emergenza difesa per il Bologna con le squalifiche di Bani e Danilo. Mentre il Milan a centrocampo dovrà fare a meno di Bennacer e Calhanoglu. Nel Brescia squalificato Mateju, mentre a Verona per la Fiorentina non ci saranno Pulgar e Castrovilli. Il Parma dovrà invece fare a meno di Hernani, la Spal di Cionek e Tomovic. Una giornata anche a Becao ed Okaka dell’Udinese.

Giancarlo Labate

Nato a Reggio Calabria nel 1998, studente di Scienze Politiche e grande appassionato di calcio. Sogno di diventare giornalista sportivo per raccontare le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.