Supercoppa Italiana, la Juventus trionfa ancora: Ronaldo segna il gol che batte il Milan

Nella cornice splendente del King Abdullah Stadium di Gedda è da poco terminata la finale di Supercoppa Italiana tra Juventus e Milan, che ha visto i bianconeri alzare al cielo il 68esimo trofeo e l’ottava Supercoppa della sua storia.

L’analisi del match

Ad attaccare è subito il Milan, che costringe Chiellini a chiudere sul cross di Calhanoglu. Al secondo minuto c’è un’invasione di campo pacifica, e tornati a giocare a provarci è la Juventus: grande assistenza di Cancelo, palla in area per Douglas Costa che sterza e tira a giro sul secondo palo, ma la palla esce fuori di poco. Dopo qualche minuto di possesso alla bianconero c’è un intervento in lieve ritardo di Bentancur su Bakayoko, il centrocampista rossonero si rialza claudicante ma riesce a proseguire. Intorno al quarto d’ora i rossoneri sono molto attenti e non si lasciano sovrastare, ma al 17esimo Cancelo ci prova: controlla bene un passaggio in area e tira subito una rasoiata che però esce di un soffio sulla sinistra. Un minuto dopo Kessie commette un fallo e Banti un calcio di punizione in favore della Vecchia Signora: Dybala manda il pallone in area e per poco non trova la testa di un compagno, ma uno dei difensori avversari è rapidissimo a spazzare. Al 23′ il calcio piazzato è per gli uomini di Gattuso, che conquistando poi un corner cercano di mettere in difficoltà Szczesny. Al 27esimo gran lancio di Douglas Costa, che però non trova la testa di nessun compagno. Allo scoccare della mezz’ora Kessie batte un calcio d’angolo ma è da lì che parte una ripartenza per i bianconeri: a trovarsi sul pallone però c’è Chiellini, che ci prova dal limite ma il pallone termina completamente alto. Al 34esimo i Campioni d’Italia trovano il gol grazie a Matuidi, ma viene successivamente annullato per netto fuorigioco. Tre minuti dopo Cancelo lascia partire un bel tiro che però finisce addosso ad uno degli avversari, che si trovava proprio sulla traiettoria. La compagine di Allegri si avvicina sempre più alla porta avversaria: al 40′ Dybala non sfrutta al meglio una punizione, al 43′ poi sfuma l’1-0 con Cristiano Ronaldo che in acrobazia sfiora la traversa. Vengono assegnati due minuti di recupero ma si torna negli spogliatoi sullo 0-0.

Il secondo tempo

A battere il primo pallone è la Vecchia Signora ma la prima occasione è del Milan: al 48′ Cutrone è servito da un buon passaggio dentro l’area e lascia immediatamente partire un tiro, che però si schianta contro la traversa. Due minuti dopo Douglas Costa effettua un cross dal calcio d’angolo ma Donnarumma legge bene e agguanta la palla. Successivamente la Juventus continua a costruire senza rendersi particolarmente particolare: al 58′ poi Pjanic la spara alta sopra la traversa. Al 60′ Calhanoglu, dopo aver ricevuto un passaggio, manda la palla verso la porta da 22 metri, ma manca il palo destro di qualche centimetro. Passa esattamente un minuto e la Juventus segna la rete dell’1-0: é del solito CR7, che prende bene il tempo su un cross e colpisce di testa beffando Donnarumma. Al 65′ primo cambio da parte di Allegri, che toglie Pjanic e inserisce Emre Can. Neanche tre minuti dopo, altro gol annullato alla Juve per fuorigioco, questa volta a Paulo Dybala. Al 70′ Gattuso da a Gonzalo Higuain la possibilità di fare la differenza con un cambio, ma la situazione degenera quando qualche minuto dopo Kessie viene espulso per un’entrata a martello su Emre Can. Il match diviene di controllo per la Vecchia Signora e il Milan non riesce ad imporsi in nessun modo. Vengono poi assegnati 5 minuti di recupero, che non influiranno sul risultato che regalerà alla Juventus l’ottava Supercoppa Italiana della sua storia.

Il tabellino

JUVENTUS (4-3-3): Szczesny; Cancelo, Bonucci, Chiellini, Alex Sandro; Bentancur (41′ st Bernardeschi), Pjanic (20′ st Can), Matuidi; Douglas Costa (44′ st Khedira), Dybala, Cristiano Ronaldo. A disp.: Pinsoglio, Perin, Del Favero, De Sciglio, Kean, Rugani, Spinazzola. All.: Massimiliano Allegri

MILAN (4-3-3): Donnarumma; Calabria, Zapata, Romagnoli, Rodriguez; Kessie, Bakayoko, Paquetà (26′ st Borini); Castillejo (26′ st Higuain), Cutrone (35′ st Conti), Calhanoglu. A disp.: Reina, Donnarumma, Mauri, Bertolacci, Montolivo, Abate, Musacchio, Strinic, Laxalt. All.: Gennaro Gattuso

ARBITRO: Banti di Livorno.

MARCATORI: 16′ st Ronaldo (J)

NOTE: Espulsi: al 28′ st Kessie (M), per gioco falloso. Ammoniti: Alex Sandro, Pjanic, Dybala (J); Calhanoglu, Castillejo, Rodriguez (M).

Caterina Pullia

Nata nel marzo 1999 a Lamezia Terme, studia "Comunicazione, tecnologie e culture digitali" all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Scrive di calcio e di Juventus, a cui è fortemente legata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.