Younes, semplice gregario o possibile sorpresa?

Il Napoli è un cantiere aperto, il mercato non ha ancora regalato il tanto atteso colpo in attacco mentre le amichevoli incalzano. Ieri i partenopei hanno sconfitto il Liverpool infliggendo ben tre reti agli inglesi. Tra i protagonisti spicca Amin Younes, giocatore ancora inesploso dal suo arrivo in Italia.

Nella passata stagione 13 presenza, condite da 3 gol e 3 assist. Rendimento non male mettendo in conto i suoi precedenti infortuni. Con un precampionato intenso sulle spalle, ci si chiede se possa ritagliarsi spazio all’interno del reparto avanzato dei partenopei.

Giocatore che può agire su entrambe le fasce, ma anche sulla trequarti, nonostante il suo ruolo naturale sia l’ala sinistra. Con un Napoli che potrebbe acquistare uno fra Pepè e James Rodriguez, la sua presenza nella rosa potrebbe essere in bilico.

Le qualità sono però indiscusse, palla al piede risulta sempre pericoloso. Inoltre, con i compagni di squadra ha sviluppato una buona alchimia. Le partenze di Verdi e Ounas dovrebbero consentirgli di scalare le gerarchie. Ciò non toglie che davanti a lui resta Insigne, in quello che è il suo ruolo naturale, mentre sulla destra la presenza di Callejon al momento è imprescindibile nel gioco del Napoli. Avanza quindi l’ipotesi di un prestito, sicuramente non un addio definitivo. Altra idea è restare all’ombra del Vesuvio, giocandosi le sue chance quando chiamato in causa da Ancelotti. Occasione per lo stesso Napoli di valorizzare il calciatore in vista di una cessione futura.

Tutte ipotesi da prendere in considerazione, ma strettamente legate al mercato in entrata del club. In attesa che arrivi davvero un top player come vorrebbe la tifoseria, o che la squadra resti tale come si presuppone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.