12esima di Serie B: il Palermo vola in testa, che scivolone per Zeman!

Tanti gol nel pomeriggio di Serie B, spicca il 3-3 tra Cremonese e Perugia

Pomeriggio scoppiettante quello della 12esima giornata di Serie B, chiuso con un bilancio di 23 gol complessivi in 8 gare e ricco di sorprese.

La Serie B ha una nuova capolista ed è il Palermo di Tedino che, complice la doppietta di Nestorovski, archivia già ad inizio ripresa la pratica Virtus Entella. Perde dunque la vetta l’Empoli, costretto ad arrendersi all’Arechi di Salerno nonostante la meravigliosa punizione di Pasqual, valsa per il momentaneo 0-1. E’ una doppietta di Bocalon a mandare in estate il pubblico campano e rilanciare le ambizioni di una Salernitana scatenata a ridosso della zona promozione.

Incappa in un pareggio per 1-1, invece, il Frosinone nella complicata trasferta di Venezia recuperando immediatamente lo svantaggio firmato Modolo, maturato alla metà del primo tempo, con il secondo gol consecutivo di Matteo Ciofani. Ne approfitta il Bari che si sbarazza con un rotondo 3-0 dell’Ascoli che dura solo un tempo, fino alla sconsiderata entrata di Gigliotti che costa a bianconeri l’inferiorità numerica per più di un tempo. Galano e Floro Flores i mattatori dell’incontro, nel mezzo l’autogol di Mogos. C’è un autogol anche nel pirotecnico 3-3 del Zini tra Cremonese e Perugia. Gli ospiti con Breda all’esordio sulla panchina, passano in vantaggio 3 volte, prima con Dossena, rimontato dal clamoroso colpo di testa in arretramento di Zanon, reo di aver infilato il suo compagno di squadra Nocchi, e poi con la doppietta di Di Carmine, a cui risponde colpo su colpo con due gol, di cui uno su rigore, Paulinho.

Unico pareggio a reti bianche del programma è quello tra Spezia e Cittadella, complice anche il rigore sbagliato dai veneti con Iori. Va vicino al secondo successo consecutivo, dopo quello di Perugia, il Cesena anch’esso rimontato due volte dal Novara per il 2-2 finale. A Jallow risponde il subentrato Chaija, a Scognamiglio, l’ex Manchester United, Federico Macheda. Cade rovinosamente davanti ai propri tifosi il pescara di Zeman, sotto i colpi del Brescia, trascinato da Machin che, con un gol e due assist, uno per Caracciolo e l’altro per Ferrante, fissa il risultato sullo 0-3.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.