Benevento, Baroni: “Siamo riusciti ad infiammare una piazza. Lucioni strepitoso, Cesena la svolta! Per il futuro…”

Immediatamente dopo la storica promozione del Benevento in Serie A, il tecnico dei campani Marco Baroni, visibilmente emozionato, ha rilasciato delle dichiarazioni toccanti ai microfono di Sky:

Ci abbiamo creduto dall’inizio. Nonostante la società ed il gruppo erano stati cambiati dopo la promozione in B, ho percepito da subito che c’erano i presupposti per fare bene. Con il passare del tempo la squadra mi ha seguito sempre di più e si è resa protagonista di un campionato straordinario. Siamo riusciti ad infiammare una piazza ed è motivo di vanto per l’intero club, Benevento lo merita. Questa settimana siamo stati bravi anche a gestire la pressione. La città era già in fermento, ma i ragazzi sono riusciti ad entrare in campo con la giusta concentrazione e a raggiungere l’obiettivo.

Il giocatore e la partita chiave? Non mi piace fare nomi, ma un plauso lo merita senza alcun dubbio Fabio Lucioni. Ha disputato un campionato straordinario, trasmettendo personalità e convinzione ai compagni e meritando la fascia di capitano. Sarà un paradosso ma per quanto riguarda la partita mi viene in mente Cesena. Al Manuzzi giocammo uno dei nostri migliori primi tempi fuori casa e poi uscimmo sconfitti per 4-0. Quel genere di partite rischia di disintegrare un gruppo, ma abbiamo avuto la forza di ricompattarci e lottare per questo traguardo storico. Merito dei ragazzi, non a caso siamo la squadra con la maggior supremazia territoriale del campionato, quella che ha tirato più in porta e la seconda, dietro al Verona, per passaggi effettuati.

Futuro ancora in B? Questo è il momento dei festeggiamenti e lo sarà per le prossime 48 ore. Per analizzare il suo avvenire un tecnico dev’essere lucido e ci sarà tempo per parlarne con il presidente, con il quale fortunatamente il rapporto va anche oltre la professionalità. 

Messaggi di auguri? Quando ho preso il cellulare ne avrò trovati 120. Ovviamente troverò il tempo per rispondere a tutti, perché i messaggi che ti arrivano sono attestati di stima che fanno piacere. Questa è una gioia che va condivisa con tutti, così come abbiamo condiviso con i tifosi la nostra lunga galoppata.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.