Palermo, parte l’operazione playoff. Struna e Chochev ai box

Da ieri sera il Palermo di Roberto Stellone conosce il suo avversario nella semifinale dei playoff promozione. Sarà il Venezia di Pippo Inzaghi a contendere ai rosa l’accesso alla finale per la A. I veneti hanno eliminato con facilità il Perugia sconfiggendolo per 3-0 al “Penzo”. Una gara che conferma la forza degli arancioneroverdi, vera rivelazione del torneo cadetto.

La prima sfida si giocherà mercoledì alle 21 in laguna, ritorno al “Barbera” domenica alle 18.30. Nemmeno quaranta giorni fa, sullo stesso campo le reti di Suciu, Stulac e dell’ex Andelkovic tramortirono Rispoli e compagni, condannando Tedino all’esonero. Per non ripetere la brutta figura fatta ad Aprile, i siciliani dovranno mettere in campo tutte le loro qualità. Anzitutto, bisognerà avere la giusta fame. I ragazzi di Inzaghi corrono, lottano e inseguono un autentico sogno: passare in due anni dalla D alla A. Un’impresa che farebbe il paio con quella già compiuta dal Parma e consegnerebbe Litteri e soci alla storia del club e del calcio italiano.

Poi, il Palermo non dovrà commettere sciocchezze difensive. Probabilmente i lagunari vorranno giocarsi il tutto per tutto fra le mura amiche e spingeranno per tentare di segnare il più possibile. Mantenere i nervi saldi e far valere la maggiore esperienza ad alti livelli potrebbe fare la differenza. Non perdere nella gara d’andata darebbe un bel vantaggio in vista del ritorno, in considerazione del fatto che il pareggio nel computo dei goal premierebbe i rosanero.

Limitarsi alla difesa non basterà, ci vorrà il talento di Coronado e il peso di Nestorovski e La Gumina per insidiare Audero, cosa che al Palermo non è riuscita nella stagione regolare, in cui non ha mai segnato ai prossimi avversari (0-0 e 0-3 i risultati). In tal senso, sarà importante che Stellone indovini l’assetto tattico corretto per esaltare le doti dei suoi.

La preparazione alla delicatissima doppia sfida è cominciata già da domenica. La truppa palermitana ha lasciato il capoluogo siculo alla volta di Roma, dove rimarrà in ritiro fino a domani. Martedì è prevista la partenza per Venezia. Non figurano nell’elenco dei convocati Struna e Chochev. Lo sloveno si è fatto male con il Bari, il bulgaro nell’ultima giornata a Salerno. Per entrambi, ci si augura di poterli ritrovare nell’eventuale finale. Assente anche Dawidowicz, che oggi saprà se farà parte dei convocati della Polonia per il Mondiale.

Fanno parte della comitiva due primavera: il difensore Da Silva e il centrocampista Ambro. Difficile che vengano impiegati, ne approfitteranno per crescere; si tratta dell’ennesimo riconoscimento dell’eccellente lavoro fatto da Scurto, che ha portato a casa due trofei con i suoi giovani. Allacciate le cinture, inizia l’operazione playoff.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.