Pisa: “Ricordi di un futuro passato” – Vol. 35

Sabato pomeriggio, alle ore 15, sul campo dell’Arena Garibaldi andrà in scena una grandissima classica del calcio di provincia italiano. Nella 35^ giornata di Serie B si sfideranno il Pisa ed il Cesena, due formazioni che nella loro storia ricoprono dei ruoli principali nel campionato cadetto. Si tratterà della 26^ sfida diretta fra queste formazioni sul terreno di gioco dello stadio pisano.

I nerazzurri toscani arrivano alla gara di sabato con l’incredibile spinta del pareggio acciuffato in extremis sul campo del Perugia, e con la ritrovata cattiveria agonistica del suo allenatore e dei suoi interpreti principali. Il pareggio confezionato da Mannini e Lisuzzo, due che compongono il nucleo centrale della “vecchia guardia nerazzurra”, è uno schiaffo a chi pensava che il Pisa fosse già morto e sepolto.

I bianconeri romagnoli sono anch’essi reduci da un pareggio, ma di tutt’altra natura. L’1-1 ottenuto in casa con il Brescia ha riaperto violentemente la contestazione del pubblico bianconero alla squadra: all’uscita dal terreno di gioco tutto il “Manuzzi” martedi sera ha sonoramente fischiato la squadra di Camplone. La situazione in casa cesenate non è delle migliori, anzi: la stagione era nata sotto tutt’altri auspici, ma ad inizio aprile la squadra si ritrova ancora pesantemente invischiata nella lotta per non retrocedere.

 

La prima edizione della sfida fra queste due compagini in terra rossocrociata andò in scena nella stagione’46/’47. Era il campionato di Serie B, e terminò sul punteggio di 1-1. Ci furono poi circa 15 anni di assenza di incontri fra i due club, che incrociarono nuovamente le loro strade nel 1960, nel campionato di Serie C: vinse il Pisa 1-0. Seguì un altro rotondo successo pisano (3-0), e l’8 novembre 1962 i romagnoli violarono per la prima volta l’Arena Garibaldi, con un secco 1-3. Fino al 1970 poi si annotano altri quattro incontri di terza serie, nei quali il Pisa trionfò due volte, ed in altrettante occasioni il match terminò in parità.

Dalla stagione ’79/’80 al campionato ’93/’94, poi, Pisa e Cesena si sono affrontate esclusivamente in campionati di Serie A e Serie B. In questo periodo di tempo la fortuna arrise quasi totalmente al club guidato da Romeo Anconetani, che ottenne ben 9 vittorie (delle quali 8, dal 16 gennaio 1983, al 27 settembre 1992, consecutive) e 2 soli pareggi.

Il sopraggiunto fallimento del Pisa Sporting Club nell’estate del 1994 interuppe questa lunghissima serie di scontri diretti, che si sono ripresentati sul campo soltanto negli anni 2000. Era il campionato di C1 della stagione 2000/2001, e il grande ritorno di questo big match terminò sull’1-1. L’anno successivo i nerazzurri tornarono a vincere, ancora in terza serie, con uno striminzito 1-0, bissato e addirittura triplicato nella stagione seguente. In quell’annata (2002/2003) Pisa e Cesena erano due fra le squadre da battere del Girone A della vecchia C1, e dopo aver battagliato a lungo in campionato per la migliore posizione nella griglia degli spareggi promozione, si affrontarono in un doppio scontro tiratissimo nella semifinale dei playoff. Dopo aver vinto il match di regular season per 1-0, i nerazzurri di Simonelli ripeterono il risultato nell’andata della semifinale, in un’Arena Garibaldi stipata in ogni ordine di posto. L’anno successivo, che si concluse con la promozione in B dei romagnoli, il Cesena di Castori consumò la sua vendetta, vincendo anche in questo caso uno scontro diretto per l’accesso agli spareggi promozione. Terminò 1-2, con due sfortunate autoreti nerazzurre che indirizzarono l’esito della gara.

L’ultima apparizione di questa sfida sul prato dello stadio pisano risale alla gara di Serie B del 9 febbraio 2008: era il Pisa delle meraviglie di Ventura, che spazzò via dal campo un Cesena destinato alla retrocessione con un 3-0 che non lasciò spazio ad alcuna recriminazione.

 

Il bilancio totale delle sfide fra Pisa e Cesena disputate all’Arena Garibaldi, quindi, ci parla di 25 precedenti, dei quali ben 11 disputati in B, 10 fra Serie C e Lega Pro, e 4 in Serie A. I nerazzurri vantano una tradizione di gran lunga favorevole, con 17 vittorie. Il Cesena si è imposto soltanto 2 volte, ed i pareggi sono stati finora 6.

 

All’andata, al Manuzzi, nel match della domenica del 14 novembre, alle 12.30, gli uomini di Gattuso incapparono in una brutta sconfitta causata da un approccio totalmente sbagliato alla gara. I romagnoli si imposero con un secco 2-0 frutto della doppietta di Alejandro Rodriguez, abile a sfruttare l’ottimo tempismo nell’inserimento per la rete dell’1-0, e ad approfittare dell’errore in chiusura di Lisuzzo nel terzo ed ultimo minuto di recupero del secondo tempo. Nel mezzo alle due reti cesenati tanta confusione da parte pisana, e pochissime azioni costruite con un senso logico. Il Cesena riuscì ad ottenere così la seconda vittoria del suo campionato, accorciando proprio sul Pisa: bianconeri che salirono a 13 punti, nerazzurri fermi a 15.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.