Serie B, la riconferma di Filippo Inzaghi. Per il prossimo anno…

Dopo l’ottimo lavoro svolto sulla panchina del Venezia, SuperPippo continua a sorprendere nella nuova avventura al Benevento

Avviene spesso con i giocatori, soprattutto gli attaccanti: bomber di razza in Serie B, agnellini in Serie A. Bucchi e Calaiò, per citarne due del recente passato, a titolo di esempio. Evidentemente, il passaggio in massima serie mette molta, forse troppa, pressione sulle spalle di alcuni. Questo fenomeno, relativizzandolo alla panchina, possiamo notarlo proprio in Filippo Inzaghi. Molti di voi si chiederanno: com’è possibile che uno del suo calibro, uno che ha segnato una doppietta in finale di Champions, uno che ha vinto un Mondiale, possa avvertire la pressione della Serie A? Evidentemente, passando dal campo alla panchina, qualcosa è cambiato.

Alla prima esperienza, un completo disastro col Milan. Poi il biennio d’oro con il Venezia, portato dalla Serie C alle semifinali dei playoff in Serie B. Nuovamente in A con il Bologna, Inzaghi colleziona appena 2 vittorie in 21 giornate prima di essere sollevato dall’incarico. Dunque, un nuovo disastro.

LA RINASCITA A BENEVENTO

Tornato in B, Inzaghi ha deciso di ripartire da Benevento. Beh, che dire: dopo 12 giornate è primo a 25 punti. Sabato c’è lo scontro diretto contro il Crotone: al tempo stesso banco di prova e ghiotta occasione per allungare a +7 sui calabresi. Una rinascita quella di Filippo. Mancano ancora moltissime giornate. Tantissime le insidie vero quel sogno chiamato Serie A. E Chissà che, raggiungendola con il Benevento, Filippo non torni ad essere SuperPippo, nuovamente in Serie A: questa volta, però, non scorrazzando sulla linea del fuorigioco, bensì in panchina.

Francesco Cipriani

Studente di legge e aspirante giornalista. Appassionato di calcio e di sport in generale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.