Venezia – Palermo 3-0 | Capolavoro arancioneroverde, siciliani in ginocchio!

Sfida dal sapore di Serie A e dai dolci ritorni quella tra Venezia e Palermo. Zamparini torna al “Penzo” da avversario con i rosanero che sono in piena corsa per il secondo posto. I veneti, invece, vogliono continuare a sorprendere in chiave playoff, mettendo in cassaforte anche il quinto posto.

Primo tempo

Parte forte la squadra siciliana con un tiro di Trajkowski che, al 3′, si perde sul fondo. Dall’altra parte, stessa sorte per un tiro improvviso al volo di Suciu. Proprio quest’ultimo è il protagonista del vantaggio dei padroni di casa: 11′, perfetto tocco di Falzerano per il centrocampista che lascia partire un tiro violento e preciso che termina la sua corsa alle spalle di Pomini!

Il Palermo cerca di reagire, ma incassa il raddoppio al 17′: Stulac riceve palla nuovamente alla media distanza e lascia partire un altro gran tiro che non lascia scampo al portiere per il 2-0! I ragazzi di Inzaghi non si fermano e Marsura concede a Litteri la chance del tris, ma il suo diagonale si stampa sul palo quando sembrava davvero gol. Reazione degli uomini di Tedino affidata a Jajalo, ma il suo tiro da buona posizione viene messo in corner da un difensore.

Al 24′, Garofalo crossa perfettamente, Litteri sbuca in un groviglio di maglie ospiti e colpisce di testa ma manda sul fondo. Altra opportunità pochi istanti dopo con Bruscagin che si ritrova a concludere in acrobazia in area, ma non inquadra di un nulla lo specchio. Al 29′ Trajkowski prova a scuotere i suoi con un tiro dal limite, trovando solo il corner su deviazione di un avversario.

Risponde il Venezia con un tiro potente da posizione molto defilata di Falzerano, sfera che termina sull’esterno della rete. L’ultima chance della frazione capita sui piedi di Trajkovski, ma la sua conclusione dall’interno dell’area è facile preda di Audero. Il Venezia chiude avanti col doppio vantaggio, mostrando cinismo, lucidità e cattiveria. Letali, per il Palermo, due grandissimi gol, ma restano le poche occasioni degli ospiti.

Secondo tempo

Ad inizio ripresa, le due squadre entrano nell’area avversaria più volte senza concludere, così Stulac prova nuovamente dalla distanza al 51′, ma la palla si spegne a lato. Il Palermo rischia di riaprirla in modo rocambolesco quando una conclusione di Jajalo viene deviata da Moreo che per poco non beffa Audero, alto il tiro.

Al 57′ Trajkowski vince un batti e ribatti e cerca la battuta, una deviazione agevola la presa del portiere di casa. Azione simile con Moreo che gira in porta dal limite, un difensore devia e Audero fa suo il pallone. Al 61′ serve un super intervento in uscita del portiere veneto per impedire il gol a La Gumina, bravo ad inserirsi nello spazio in area.

Con i rosanero proiettati in avanti a caccia del gol, arriva la beffa: è il 63′, corner per gli arancioneroverdi, Pomini sbaglia la lettura del cross e, da grande ex, Andelkovic sigla il tris sul secondo palo! Ospiti pronti immediatamente a reagire, ma il tiro di Chochev dal limite si perde di poco sul fondo. Al 70′ Garofalo rischia di siglare il poker sugli sviluppi di un calcio d’angolo, tiro alto da buona posizione.

Falzerano protagonista di un gran numero poco dopo, salta un difensore, ma il suo mancino si alza sul fondo. I rosanero, nel finale, si gettano in avanti alla ricerca, comunque, di un gol, ma trova una diga difficile da superare di fronte. All’ultimo secondo, pallone in area veneta, girata di Trajkowski e ci pensa il palo a graziare Audero. Finisce con un netto 3-0 per la squadra di Inzaghi, che mette la definitiva ipoteca sui playoff e avvicina proprio il Palermo in classifica. Prestazione perfetta degli arancioneroverdi, con una prova di carattere tra le migliori della stagione. I siciliani crollano, ma avrebbero meritato almeno un gol. Ora il secondo posto rischia di allontanarsi.

Tabellino

VENEZIA (3-5-2): Audero; Andelkovic, Modolo, Domizzi (85′ Cernuto); Bruscagin, Falzerano, Stulac, Suciu, Garofalo; Litteri (78′ Zigoni), Marsura (71′ Gejio). A disp. Vicario, Russo, Del Grosso, Zampano, Bentivoglio, Firenze, Rossi, Soligo, Fabiano. Allenatore: Inzaghi
PALERMO (3-5-2): Pomini; Accardi (53′ Moreo), Struna, Rajkovic; Rispoli, Gnahorè (76′ Murawski), Jajalo (82′ Fiordilino), Chochev, Aleesami; Trajkovski, La Gumina. A disp. Maniero, Posavec, Dawidowicz, Fiore, Ingegneri, Rolando, Santoro. Allenatore: Tedino
Arbitro: Marco Piccinini (Forlì)
Marcatori: 11′ Suciu (V), 17′ Stulac (V), 63’Andelkovic (V)
Ammoniti: –
Espulsi: –
Recupero: 0 pt; 3′ st

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.