Andrea Magrini a ZC: “Pontedera piazza fantastica per i giovani, la società segue la giusta ideologia. Ringrazierò sempre Antonioli e il Ravenna, fondamentali per me”

Andrea Magrini è un talento che ha saputo mettere in mostra le sue doti con il Ravenna vantando 31 presenze nel campionato precedente e ottime prestazioni. Ora il classe ’97 si appresta a vivere una nuova avventura nella realtà del Pontedera, da sempre bacino di giovani interessanti e realtà consolidata del professionismo.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Andrea Magrini, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sulla sua nuova esperienza con il Pontedera, sul suo passato e su tanto altro.

Scelta Pontedera – “Ho scelto Pontedera perché è una piazza dove i giovani riescono a mettersi in mostra. Già quest’anno, dopo la scorsa stagione, avevo ottenuto una proposta dal Cesena prima che fallisse, con la possibilità di salire di categoria, poi dopo il fallimento con il mio procuratore abbiamo parlato con il direttore sportivo del Chievo, concorde sul fatto che Pontedera fosse la migliore destinazione per me, una piazza fantastica appropriata nel lanciare i giovani.”

Mister Maraia – “Il mister sta molto con noi, io mi trovo molto bene con lui,  parliamo di una persona molto aperta al confronto, a cui i giocatori possono esprimere le proprie idee. Sono davvero contento di aver trovato lui in panchina.”

Realtà a posto – “Mi ero informato, sapevo già da prima Pontedera essere una realtà a posto, nella quale i giocatori vengono pagati ed è tutto in regola. Tutto questo è possibile perché si segue un’ideologia giusta, puntando sui giovani di qualità e riuscendo così a fare ottimi campionati, questo è un dato di fatto.”

Obiettivi – “L’obiettivo personale è quello di fare come minimo un’annata come quella scorsa, segnando sicuramente qualche gol in più e completare la stagione con meno assenze possibili. Obiettivo della squadra è chiaramente quello della salvezza, ci sono possibilità per far bene, ma l’obiettivo primario resta quello, poi si vedrà.”

Ravenna – “Un’esperienza fondamentale, ringrazierò sempre società e allenatore per la possibilità che mi hanno dato, hanno sempre creduto in me nonostante all’inizio io non abbia giocato al meglio, sono stati importanti sia per la mia crescita che per il mio morale. Mister Antonioli mi è stato molto utile perché mi ha fatto capire il salto tra Serie D e la C: nella prima giochi perché sei giovane e non hai la grande necessità dei 3 punti, si vive di qualità e belle giocate, nella  C invece i punti sono fondamentali perché si gioca per lo stipendio e per le proprie famiglie. Devo ringraziare il Mister perché mi ha fatto crescere sotto l’aspetto tattico e mentale.”

Idoli – “Dal punto di vista tattico e di gioco Marcelo è il giocatore più forte che ci sia nel mio ruolo al momento, un fuoriclasse. Dal punto di vista morale, un esempio fin da piccolo per me è stato Zanetti, nonostante io sia juventino.

Under  – “La presenza degli under è un fatto positivo, per consentire al calcio italiano di sfornare nuovi talenti visto che la Nazionale adesso ha minore scelta rispetto ad un tempo.”

Esempi – “Capitanio è un esempio sotto l’aspetto dell’allenamento, uno che dava sempre il massimo, sia quando giocava che quando non giocava. Papa per velocità di gioco e tattica e Leli per la mentalità sono stati altri due riferimenti importanti per me.”

Professionismo – “A fine stagione, alla 31esima presenza al primo anno con i professionisti, ho capito che potevo starci. Non ricordo una partita in particolare perché per affermarsi serve continuità.”

Salto – “Ci credo e ci spero tanto nel salto di categoria, una scelta mirata anche per questo. Tutti i bambini che giocano a calcio sognano di farlo e non bisogna smettere di lottare per questo, a meno di impedimenti che arrivino dal di fuori  e non riguardino il campo.”

ZonaCalcio.net ringrazia Andrea Magrini e l’Area Comunicazione Pontedera per la cortesia e la disponibilità. RIPRODUZIONE RISERVATA: l’esclusiva può essere riportata parzialmente o integralmente previo assenso della Direzione di ZonaCalcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.