Catania-Taranto finisce a reti bianche

Un brutto Catania non riesce a vincere contro il Taranto, la prima del nuovo tecnico degli etnei non è certo positiva, una partita povera di emozioni dove le due squadre hanno pensato prima a non prenderle.

La prima occasione per i padroni di casa arrivano dopo 7 minuti grazie ad un cross di Di Grazia, ma Pozzebon viene anticipato dal portiere Maurantonio. Il Catania prova a prendere le redini del gioca ma non crea tante occasione. Fa solo possesso palla senza mai essere pericoloso. A pochi istanti dal fischio del primo tempo gli ospiti vanno vicini al vantaggio con un calcio di punizione di Lo Sicco che prende la traversa per un primo tempo privo di emozioni.

La ripresa ha la stessa trama del primo tempo. Il Taranto pensa solo a difendersi, gli etnei provano ad essere pericolosi ma la manovra è lenta e senza idee. Il nuovo tecnico prova a dare una scossa cambiando un modulo e pasando da un 4-2-3-1 a una tattica più offensiva(4-2-4), ma il risultato con cambia. Solo negli ultimi 5 minuti i padroni di casa vanno vicino al gol con Pozzebon che nell’aria piccola non riesce a mettere dentro, una facile occasione anche grazie al bell’intervento dell’estremo difensore pugliese.

 

CATANIA-TARANTO 0-0

CATANIA (4-2-3-1) 12 Pisseri; 28 Parisi, 6 Drausio, 16 Marchese 20 Djordjevic; 27 Biagianti, 5 Scoppa (dal 61′ Bucolo); 23 Di Grazia, 32 Mazzarani (dal 61′ Tavares), 10 Russotto (dal 77′ Barisic); 9 Pozzebon. A disp. 1 Martinez, 26 De Rossi, 29 Longo, 33 Manneh, 15 Mbodj, 30 Piermarteri, 21 Fornito. All. Petrone.

TARANTO (4-3-3) 1 Maurantonio; 2 De Giorgi, 18 Altobello, 6 Stendardo, 3 Pambianchi; 28 Maiorano (dal 49′ Nigro), 44 Guadalupi (dal 55′ Pirrone), 26 Lo Sicco; 7 Potenza (dal 72′ Viola), 9 Magnaghi, 5 Paolucci. A disp. 46 Contini, 12 Pizzaleo, 45 Magri, 13 De Salve, 16 Russo, 43 Di Nicola, 10 Cobelli. All. Ciullo.

AMMONITI: Scoppa, Parisi, Bucolo, Pambianchi

ARBITRO Camplone della sezione di Pescara

Domenico Cortese

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.