Coppa Italia Lega Pro, doppio Ferrari trascina il Venezia in semifinale: Como ko ai supplementari

Un’altra vittoria sul filo di lana per la capolista del Girone B, che supera il Como in rimonta al Sinigaglia. Arancioverdi davvero duri a morire, nonostante il gol di Chinellato all’84’ con cui i padroni di casa avevano sbloccato la gara: il protagonista è finalmente Nicola Ferrari, che prima trova il pareggio in pieno recupero e poi trasforma il rigore della vittoria nel secondo tempo supplementare. Grande amarezza per il Como, che aveva messo le mani su una partita comunque molto equilibrata.

Inzaghi rivoluziona l’undici iniziale rispetto alla gara con l’Ancona, lanciando dal 1′ anche i nuovi acquisti Zampano e Falzerano. Il Como di mister Gallo si presenta al via con la coppia d’attacco Le Noci-Chinellato. I viaggianti macinano gioco sin dalle prime battute sull’asse Falzerano-Tortori, ma l’occasione più grossa della prima frazione ce l’hanno i Lariani con Le Noci che da due passi trova però una grande risposta di Vicario.

Nella ripresa la partita rimane a lungo bloccata, ma gli arancioneroverdi aumentano la pressione: Ferrari tenta senza successo di sorprendere Zanotti, poi materiale da moviola all’81’ quando Falzerano viene atterrato in area, ma l’arbitro lascia correre. Insiste ancora l’ex Bassano e due minuti più tardi lo ferma solo la traversa. Sembra una partita maledetta per i lagunari, che sull’immediato ribaltamento di fronte ben gestito dai padroni di casa incassano il gol di Chinellato. Una mazzata che potrebbe tagliare le gambe a molte squadre, ma guai a dar per vinto questo Venezia. Battute finali: al 91′ Ferrari la impatta con un tocco morbido e all’ultima azione Marsura ha addirittura la palla della vittoria ma è solo esterno della rete.

Nell’extra time i ragazzi di Inzaghi ne hanno di più, sfiorando il gol con Fabiano (rientrato oggi dall’infortunio), poi la svolta arriva col dubbio contatto in area tra Fissore e Moreo, sanzionato col penalty. Dagli undici metri si presenta Ferrari e non sbaglia. Ma il Como è ancora furibondo per l’episodio (mister Gallo espulso per proteste) e non ci sta, infuocando gli ultimi minuti: Chinellato impegna Vicario, poi tutto il Venezia può tirare un sospiro di sollievo sull’ultimo corner non sfruttato dagli azzurri. Gli arancioneroverdi si regalano così la semifinale-derby contro il Padova: c’è da vendicare il ko di novembre.

TABELLINO:

COMO (3-5-2): Zanotti; Briganti, Nossa, Antezza (dal 25′ st Fissore); Marconi, Pessina, Cavalli (dal 28′ st Fietta), Damian (dal 43′ st Piacentini), Sperotto; Chinellato, Le Noci. All. Gallo.

VENEZIA (4-3-3): Vicario; Zampano (dal 39′ Moreo), Malomo, Cernuto, Pellicanò; Fabris (dal 26′ st Fabiano), Bentivoglio, Acquadro; Falzerano, Ferrari, Tortori (dal 34′ st Marsura). All. Inzaghi.

Marcatori: 84′ Chinellato (C), 91′ Ferrari (V), 112′ rig. Ferrari (V)

Francesco Gottardi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.