Giovinco a ZC: “Grato all’Imolese, voglio rimettermi in gioco. Siamo un’ottima compagine, Cuoghi mi ha dato tanto. Catanzaro è sempre nel mio cuore”

Giuseppe Giovinco è stato sempre un fattore determinante in questa categoria, il suo talento e le sue qualità si sono spesso rilevate per le fortune delle sue squadre, in tal tal senso l’ambiziosa Imolese non si è lasciata scappare la possibilità di poter fare affidamento su uno dei calciatori più estrosi del campionato.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Giuseppe Giovinco, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sull’inizio di campionato dell’Imolese, sulle sue personali sensazioni e su tanto altro.

Prestazioni di assoluto livello – “Con le grandi stiamo offrendo delle prestazioni di assoluto valore, ciò è la dimostrazione che possiamo dire la nostra contro chiunque. Dobbiamo continuare con questo atteggiamento anche contro il Sudtirol.”

Fermana – “Contro la Fermana è stata una partita strana, i nostri avversari non ci hanno permesso di esprimere le nostre qualità, è stata una sfida molto intensa.”

Dionisi – “E’ un tecnico molto valido, con idee ben chiare, la squadra lo segue pienamente. Personalmente ci stiamo conoscendo, con il mister si è creato un rapporto molto professionale.”

Imolese – “Lo scorso gennaio mi sono ritrovato in situazione molto complessa, che non mi ha permesso di poter svolgere appieno il mio lavoro, quest’estate, invece, si è prospettata l’opportunità Imolese, che mi ha dato una grande stabilità, adesso tocca solo a me continuare a lavorare e recuperare la migliore forma fisica.”

Rimettersi in gioco – “Sono consapevole che al momento i miei compagni di squadra sono in una condizione fisica migliore, ma io devo pensare al mio percorso personale, rimettendomi in gioco nel migliore dei modi, in tal senso devo essere riconoscente all’Imolese.”

Cuoghi – “Sicuramente Stefano Cuoghi è il tecnico che mi ha dato più di tutti, è una persona seria, trasparente, con me è sempre stato diretto e schietto. Il rapporto che si è creato con questo tecnico è davvero importante, mi ha davvero compreso.”

Situazioni che ti fortificano – “Ritrovarsi svincolato non è mai facile, visto che ti senti un giocatore non inferiore a chi scende in campo, ma queste situazioni ti fortificano, soprattutto adesso che devo pensare in primis alla mia famiglia.”

Under e over – “Agli inizi della mia carriera non vi erano regole così restringenti, credo che tali paletti non facciano il bene dei giovani giocatori. Nel calcio deve essere protagonista chi merita.”

Idoli – “Ronaldo “Il fenomeno” è sempre stato il mio idolo, come modello mi sono sempre ispirato a Fabrizio Miccoli.”

Catanzaro – “L’esperienza di Catanzaro mi è rimasta impressa, è la mia città, la terra dove sono cresciuto insieme alla mia famiglia. In questa piazza ho dato tutto me stesso, spero di aver lasciato il segno, nonostante quel campionato non fu semplicissimo. Spero per i tifosi e la città che questa possa essere una stagione ricca di soddisfazioni e di gioie.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.