Lecce, sei il vincitore della trentaquattresima

Una settimana fa si palesava il completamento della catastrofe del Lecce, dopo i pareggi con Fidelis Andria e Siracusa, e la sconfitta di Caserta. Insomma: Catania e Trapani erano lanciate a -2 dai giallorossi e avevano una partita in meno.

Ma nonostante il gioco che latita, ma a questo punto conta lo sporco e maledetto risultato, il Lecce batte la Reggina ed al termine della 34^ giornata il gol di Mancosu rischia di essere pesantissimo. Salentini ora a più 4 sulla squadra di Lucarelli – che pareva inarrestabile dopo la disfatta col Monopoli ma è stata fermata dalla Juve Stabia al “Massimino” – e +5 sul Trapani di Calori, fermato da una grande Virtus Francavilla con un perentorio 2-0 targato Biason e Madonia.

Catania e Trapani hanno ancora una partita in meno, ma ciò per la capolista non conta più. C’è inoltre da considerare che le siciliane hanno un calendario più duro e uno scontro diretto a fronte di un Lecce che ha Fondi e Paganese in casa e Monopoli fuori. Gli basterà vincere queste 3.

La Serie B questa sera è alla portata nuovamente, nonostante si sia visto di tutto a livello di masochismo per i salentini in questi anni di terza serie, dal duello perso al fotofinish in favore del Trapani, ai play-off col Carpi, sino alla finale col Frosinone.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.