Lega Pro e La Molisana “fanno squadra” per le Final Four Play-Off

I Play- Off Serie C rappresentano il territorio e la passione del calcio dei comuni. Nasce da questa base l’accordo con un’azienda italiana, che rappresenta la tradizione e un’eccellenza del nostro Paese. La Molisana e la Lega Pro “fanno squadra” per le final four Play-Off e sanciscono una partnership.

“L’accordo con “La Molisana” offre un segnale positivo – dichiara Francesco Ghirelli, Presidente Lega Pro – e conferma, in qualche modo, il valore dei play-off. È cresciuta l’attenzione sulla Serie C, testimonianze dirette sono gli stadi pieni di tifosi e spettatori. Sono tutti partecipi all’evento calcistico, ma dobbiamo fare di più per coinvolgerli attivamente. Questo accordo, in particolare, consente di sottolineare altre due caratteristiche dello stesso che vanno rimarcate: la prima, La Molisana è una azienda di qualità del prodotto più tipico dell’Italia, la pasta e noi siamo il calcio del territorio, noi siamo il calcio dell’Italia, noi siamo parte del reticolo dell’Italia bella e piena di ricchezze, qualità, tradizioni e profonde innovazioni; la seconda, il Molise ha un problema che si è evidenziato impegnando i medici dell’esercito italiano, mi auguro che questo accordo, nel suo piccolo, serva ad accendere i riflettori proprio sul Molise e dia una mano a risolvere i problemi della gente italiana e molisana”.

“Lo sport ci appassiona da sempre – afferma Giuseppe Ferro, amministratore delegato de La Molisana – non solo perché è sinonimo di impegno, sacrificio, energia ma anche perché è in perfetta sintonia con le nostre logiche strategiche di benessere, vitalità e corretto stile di vita. Per questo abbiamo subito accolto con piacere l’idea di essere presenti come sponsor in questo doppio appuntamento delle finali dei Play Off del campionato di serie C di calcio. Auguro ai giocatori e alle rispettive società di Pisa, Triestina, Trapani e Piacenza in corsa per la serie B un affettuoso in bocca al lupo nel rispetto delle regole e della sana competizione”. (fonte uff stampa)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.