Macerata trampolino di lancio per Ventola?

Si chiama Christian Ventola, è nato a maggio del 1997 e gioca nella Maceratese. Lui, il portiere Francesco Forte ed il numero 10 Gianluca Turchetta sono gli elementi di spicco del miracolo – perché così possiamo definire ciò che sta compiendo mister Federico Giunti indipendentemente dalle critiche ricevute nei mesi scorsi da parte di Maria Francesca Tardella – tenendo conto che senza penalizzazione  la situazione vedrebbe i biancorossi in piena zona play-off.

Parlavamo del diciannovenne Christian Ventola, esterno cresciuto nel Pescara nato – e prevalentemente impiegato – come terzino destro in un 4-3-3 o 4-3-1-2 ma capace di giocare anche a sinistra e come esterno di centrocampo in un 3-5-2.  Piccolo di statura e destro di piede, è abile negli interventi difensivi  – un esempio è il recupero che ha impedito ad Altinier del Padova di involarsi verso il portiere per poter siglare il 2-0 in un match terminato 1-1 nel recupero – ma grazie alla rapidità che lo contraddistingue è anche molto bravo  – ne sanno qualcosa i giocatori del Forlì che quando hanno dovuto affrontarlo in campionato sul settore di sinistra non sapevano come placarlo – in fase di spinta.

Anche nelle prestazioni più opache della squadra, Ventola è quello che cerca la giocata con sgroppate personali e cross. Proprio da spunti individuali sono nati   due bei gol realizzati dopo aver superato elementi avversari: Cammaroto, dopo aver rubato un pallone, nella rete del provvisorio vantaggio contro il Forlì, e ben 3 uomini – battendo poi a tu per tu il portiere Tomei – in occasione del momentaneo 2-2 – partita terminata 2-4 – contro il Pordenone.

In Serie A c’è ancora un girone di ritorno da disputare, ma 3 compagini sembrano trovarsi in una situazione che pare essere abbastanza compromessa e fra queste squadre troviamo il Pescara. In una eventuale rosa che nella prossima stagione dovesse disputare il torneo di Serie B, Christian Ventola – di rientro dal prestito nelle Marche – potrebbe ritagliarsi spazi importanti.

Stefano Beccacece (On Twitter @Cecegol)

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.