Magalini al Trapani, anzi no. Tosi alla Reggiana, anzi no. Magalini alla Reggiana: sì

Giuseppe Magalini: uno dei protagonisti del balletto dei direttori sportivi.

Diciamoci la verità: il mercato ha aperto ufficialmente i battenti, ma per ora la trattative, le voi, le chiacchiere superano le ufficialità.

C’è però – in un momento in cui il calcio giocato è in ferie soprattutto in terza serie – qualcosa che può appassionare. Il balletto dei direttori sportivi.

Oberdan Melini rinnova col Santarcangelo, salvo dimettersi pochi giorni dopo ed andare al Forlì.  Le “motivazioni personali” sono il filo ricorrente di queste ufficializzazioni smentite poco dopo.

A maggio Giuseppe Magalini viene esonerato da Direttore Sportivo dell’Alessandria venendo rimpiazzato da Pasquale Sensibile. Magalini viene ufficializzato al Trapani. Si accostano allenatori e si parla dei giocatori Simone Branca e Simone Iocolano – provenienti dall’Alessandria – per i siciliani. Poi Magalini rinuncia, e torna la coppia della passata stagione, Calori-Salvatori, col tecnico che sembrava – dopo la retrocessione dalla Serie B – aver chiuso ad ogni ipotesi di accordo, in un primo momento.

Dopodiché alla Reggiana – che già durante i play-off aveva effettuato una serie di licenziamenti fra cui quello dell’addetto stampa Nicola Bonafini – arriva Doriano Tosi, destinato a prendere il posto di Andrea Grammatica, ma che  pare non abbia trovato identità di programmi col presidente Mike Piazza dopo una riunione a cui è stato presente anche il tecnico Leonardo Menichini.

Via Tosi, dimessosi, ecco Magalini, a Trapani non molti giorni fa e ad Alessandria sino a maggio. Il walzer  dei DS per ora termina qui. To be continued?

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.