Mestre, Sottovia spietato: ancora una volta il bomber entra e decide

Entrare e segnare, come tutti i bomber degni di tal nome. Nelle ultime partite disputate dal Mestre, sembra essere più che mai questo il compito di Dario Sottovia, decisivo nel match di ieri contro la Feralpisalò ma anche nella precedente gara contro la Samb, al Riviera delle Palme. La squadra veneta piomba al settimo posto del Girone B di Lega Pro, a 5 punti dalla seconda, in una classifica che si dimostra sempre più corta, gara dopo gara.

Mestre, che carattere!

L’attaccante Dario Sottovia, che questa settimana ha svelato a ZonaCalcio tutto il piacere di far gol e ci ha raccontato la personale bellissima avventura con gli arancioneri, ha realizzato ieri la terza rete che ha permesso alla squadra di Mister Zironelli di battere una rampante Feralpisalò, lanciata ormai verso il top di classifica ma adesso a sole 3 distanze dai veneti.

Nella gara di campionato di ieri, il Mestre è riuscito a rimontare grazie a Neto Pereira, dopo due rigori reciproci (quello dei veneti a firma Spagnoli) e la rete avversaria di Voltan. Al 43′ della ripresa è entrato Sottovia, che con uno splendido gol ha deciso un’altra pesantissima vittoria della sua squadra. Copione simile a quello del Delle Palme per gli arancioneri, con uno Spagnoli sempre propositivo in assistenza ed autore egli stesso di una rete ieri insieme a Neto Pereira.

Il Mestre si conferma squadra di grande carattere, soprattutto nelle gare più enigmatiche ed ostiche. Il merito, oltre che della squadra e dei suoi talenti, sembra essere ascrivibile in gran parte a Mister Mauro Zironelli, così amato ed apprezzato da tutti, responsabile di aver conferito alla squadra non solo il gioco e il ritmo ma anche la mentalità decisiva per affrontare questa difficile e per certi versi imponderabile categoria che è la Serie C.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.