Paganese-Trapani, 1-3: furia siciliana nella ripresa e tre punti in cascina

Una delle ultime chiamate per la Paganese, chiamata ad un’impresa contro il Trapani al Marcello Torre. Dall’altra parte i siciliani puntano alla vittoria per non perdere terreno dalla vetta della classifica.

Poche sorprese per quanto riguarda le formazioni, con De Sanzo che lancia dal primo minuto Punzi al centro della difesa. Italiano invece punta su un trio d’attacco composto da Tulli, Evacuo e Dambros.

Primo tempo

Dopo 30 secondi ci pensa Scarpa su punizione a scaldare i guanti a Dini, costretto a mandare il pallone in angolo. Prende coraggio il Trapani e Costa Ferreira al 10′ lascia partire un bel tiro verso la porta difesa da Santopadre. La partita si gioca sui calci da fermo e Corapi dalla lunghissima distanza cerca il jolly, ma la palla va a lato.

Ancora gli ospiti, Dambros col sinistro sfiora il gol e successivamente anche Taugourdeau, trovando la buona opposizione dell’estremo difensore avversario. Prima del triplice fischio c’è anche il tiro di Tulli, il quale colpisce il palo.

Secondo tempo

Cade subito il muro eretto dalla Paganese, siccome Aloi porta in vantaggio i suoi al 2′. Il centrocampista di testa insacca il pallone sul cross di Corapi. Giusto un paio di minuti e arriva anche il raddoppio, con Dambros bravo a far partire una conclusione perfetta dal limite dell’area trovando l’angolo giusto e battendo Santopadre.

Il primo cambio porta all’entrata di Cappiello al posto di Nacci mentre Cesaretti, uomo più in forma degli azzurrostellati, al 65′ accorcia le distanze a seguito di una mischia in area all’interno della quale lui è il più lesto riuscendo a dimezzare lo svantaggio.

La reazione non basta ai campani siccome Nzola la chiude al 74′, sfruttando la ribattuta su un tiro sbattuto sul palo di Corapi. Gara quindi chiusa e siciliani sempre più in alto in classifica. Invariato resta il distacco dalla Juve Stabia capolista, ma ci si può comunque aggrappare ad un rendimento da top club.

Dall’altra parte poco da dire, ultimo posto con soli 5 punti ed una situazione sempre più aggravata. Per evitare la retrocessione ci vuole un mercato accurato e per lo meno un rinforzo per settore.

Tabellino:

Paganese (4-3-1-2): Santopadre, Tazza, Punzi, Piana, Della Corte, Nacci (61′ Cappiello), Sapone (91′ Della Morte), Carotenuto (91′ Longo), Scarpa, Cesaretti, Parigi (91′ Alberti). All.: De Sanzo

Trapani (4-3-3): Dini, Costa Fereira (79′ D Silva), Mulle (79′ Scogliamillo), Pagliarulo, Scrugli, Corapi, Taugourdeau, Aloi (79′ Toscano), Tulli (87′ D’Angelo), Evacuo, Dambros (68′ Nzola). All.: Italiano

Marcatori: 65′ Cesaretti – 47′ Aloi, 49′ Dambros, 74′ Nzola

Ammonizioni: Piana – Scrugli

Espulsioni:

Arbitro: Longo di Paola

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.