Pedro Pasculli a ZC: “Contro il Matera nessun passo falso, il Lecce di Liverani sta realizzando un grande campionato. Maggiore spazio a Di Piazza”

Campione del mondo nel ’86 con l’Argentina del Pibe, protagonista in Italia con il Lecce di stagioni fantastiche, Pedro Pasculli è stato colui che ha dato via a quella splendida tradizione calcistica che vede uniti in un binomio indissolubile il Sudamerica e la piazza salentina. Un campione e calciatore che è rimasto e rimarrà sempre nei cuori della gente, e che ha scritto pagine importanti della sua carriera e non solo, indossando la maglia del club salentino.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Pedro Pablo Pasculli, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sull’attuale stagione del Lecce, su questo avvincente rush finale  che vede i salentini favoriti e su tanti altri temi.

Coltello tra i denti – “Non si può parlare di amaro in bocca per il pari contro il Matera, solo il Trapani si è avvicinato, visto il pari del Catania nel derby. Non si può sempre vincere, ma le prossime partite bisognerà giocarle con il coltello tra i denti.”

Di Piazza- Torromino e Matera – “Contro il Matera soprattutto nel primo tempo il Lecce è risultato meno aggressivo del solito, i lucani hanno dimostrato di essere una squadra in salute, offrendo una partita senza sbavature, solo nella ripresa i salentini si sono resi pericolosi con l’ingresso di Di Piazza e Torromino.”

Liverani – “Il Lecce è davvero sprecato in C, basti pensare al tifo salentino che merita altre categorie. I due pseudo passi falsi del Lecce non dipendono da Liverani, che sta realizzando un grande campionato, avendo ben sette punti  sulle dirette inseguitrici, pur avendo una partita in più. Certo, darei una maggiore fiducia a Di Piazza.”

I veterani – “Cosenza, Lepore e Mancosu, come i tanti altri veterani, hanno il compito di trascinare la squadra in questi momenti più complicati, facendo capire l’importanza di indossare questa maglia, garantendo tranquillità e serenità a tutto l’ambiente.”

Braglia e Cosenza – “Braglia sicuramente vorrà fare bella figura contro la sua ex squadra, non regalerà nulla al Lecce. Parliamo di un allenatore preparato che già in coppa Italia ha messo in difficoltà i salentini, inoltre si giocherà in un ambiente molto caldo, pertanto sarà una partita complicata per i ragazzi di Liverani.”

Trapani e Catania – “Parliamo di due squadre che hanno calcato altri palcoscenici, ma il Lecce deve continuare a fare la propria strada, ben consapevole del suo potenziale superiore rispetto ai diretti avversari.”

Barbas – “Una persona perbene che è stato un grande del calcio italiano, ha dato davvero tanto alla piazza di Lecce, ed ha amato questa maglia nonostante le sue grandi qualità gli avrebbero permesso giocare in qualsiasi altro prestigioso club.”

La redazione di Zonacalcio ringrazia Pedro Pasculli per la cortesia e disponibilità. L’intervista può essere riprodotta, parzialmente o integralmente, solo su autorizzazione della Direzione di Zonacalcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.