Playout di Serie C, Santarcangelo-Vicenza: l’1-1 regala ai veneti la salvezza

Oggi, dalle 18:00 in poi, lo stadio Valentino Mazzola è stato teatro di Santarcangelo-Vicenza, match valido per il  ritorno dei playout di Serie C, girone B.

Dopo la gara d’andata, vinta con il risultato di 2-1, i veneti affrontano la sfida con due risultati su tre e ottengono un pareggio che vale la salvezza.

Primo tempo

I primi minuti della gara sono di studio da parte di entrambe le squadre, ma al 9′ sfuma già una importante occasione: Capellini, numero 17 dei padroni di casa, trova una gran rete col tiro a giro ma viene segnala una posizione irregolare. Reagisce subito il Vicenza, con una palla al centro molto pericolosa per Giacomelli, poi spazzata dalla difesa avversaria. Al 15′ ci prova ancora il numero 10 degli ospiti: tira sul primo palo ma Bastianoni respinge in calcio d’angolo. Intorno al 20esimo i ritmi si mantengono alti e Bussaglia, per il Santarcangelo, ci prova su un cross di Santantonio ma è troppo centrale. Al 22′ la partita si ferma per un breve timeout viste le alte temperature. La sfida riprende e al 26′ i locali conquistano una buona punizione, Dalla Bona ci prova ma si infrange sulla barriera. Al 29′ primo cambio per la squadra veneta: fuori De Giorgio, dentro Giorno. A ridosso della mezz’ora la partita diventa più nervosa e arrivano diversi cartellini gialli e al 35′ ci provano i biancorossi grazie ad una palla persa a centrocampo dagli avversari, Ferrari cerca l’iniziativa personale dal limite ma il pallone esce fuori. Primo cambio anche per il Santarcangelo qualche minuto dopo: fuori Toninelli, dentro Maloku. Vengono assegnati due minuti da recupero, ma al duplice fischio il risultato è ancora sullo 0-0.

Secondo tempo

La ripresa si apre con una rete annullata al Vicenza: al 50′ Giacomelli la mette dentro con un pallonetto, ma in offside. Dopo 5 minuti a provarci è Bussaglia, dopo la grande incursione di Santantonio: Santarcangelo ad un passo dal vantaggio. Al 58′ i padroni di casa reclamano un rigore, ma per l’arbitro è punizione dal limite, poi tirata alta da Piccioni un minuto dopo. Da lì al secondo water break della gara non ci saranno grandi occasioni, e iniziano ad arrivare gli altri cambi. Al 73′ ci riprova Giacomelli: dal limite gran bella punizione a giro, fuori di pochissimo. Tre minuto dopo infortunio per Romizi, per i biancorossi entra Milesi. All’82, poi, la svolta: la difesa locale si fa cogliere impreparata su un lancio da dietro e il numero 10 degli ospiti, Giacomelli, aggancia il pallone e segna il gol dello 0-1. A quel punto si alza la tensione e all’87 arriva un penalty per la squadra ospite: Maini, infatti, colpisce con la mano l’ennesimo tiro di Giacomelli. Ferrari batte il rigore ma colpisce il palo, sfumata l’occasione del raddoppio. I minuti di recupero, questa volta, saranno sei: il gioco è spezzettato e i contrasti, ma al 95′ arriva il pareggio del Santarcangelo. Il gol di Piccioni sarà però inutile: non c’è più tempo. L’incubo è stato scacciato, il Vicenza ottiene la salvezza e sarà ancora Lega Pro.

TABELLINO

SANTARCANGELO (4-3-3): Bastianoni; Toninelli (44′ pt Maloku), Maini, Briganti, Sirignano; Di Santantonio (19′ st Strkalj), Dhamo (32′ st J. Spoljaric), Dalla Bona; Bussaglia (19′ st Obeng), Piccioni, Capellini. All.: Zeman

A disposizione: Moscatelli, Addario, Bondioli, Gaiola, Soumahin, Tommasone, Broli, L. Spoljaric

VICENZA (4-3-3): Valentini; Bianchi, Crescenzi, Malomo, Giraudo; Alimi, Romizi (31′ st Milesi), Tassi (24′ st Salifu); De Giorgio (30′ pt Giorno), Ferrari, Giacomelli. All.: Zanini

A disposizione: Fortunato, Turi, Magri, Ferchichi, Bangu, Paiolo, Comi, Giusti

ARBITRO: Valiante di Salerno

RETI: 37′ st Giacomelli (V), 50′ st Piccioni (S)

NOTE: ammoniti Giraudo, Tassi, Bianchi (V), Di Santantonio, Strkalj (S).

Caterina Pullia

Nata nel marzo 1999 a Lamezia Terme, studia "Comunicazione, tecnologie e culture digitali" all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Scrive di calcio e di Juventus, a cui è fortemente legata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.