Serie C, girone A: la situazione dopo le prime due giornate

Inutile girarci intorno. La grande favorita del girone A di Serie C è senza dubbio il Monza targato Fininvest. Ebbene, dopo le prime due giornate non hanno steccato gli uomini di Brocchi. Debutto vincente ma soffrendo a Busto Arsizio contro la Pro Patria mentre discorso diverso la sfida casalinga contro il Novara maturata per 2-0 con grande autorità.

D’altronde la campagna acquisti faraonica del patron Silvio Berlusconi ha quasi demoralizzato le avversarie che non sono riuscite a rispondere a dovere. Per fortuna il calcio non è una scienza esatta e sicuramente ci sarà da battagliare.

Chi ha deluso sinora è la Carrarese di mister Baldini accreditata da molti una delle principali rivali dei brianzoli col suo reparto di gran livello (Bentivegna, Tavano, Maccarone, Biasci e Caccavallo). Netta sconfitta alla prima contro il Pontedera per 3-1 e solo un pari allo Stadio dei Marmi con l’Alessandria.

Attenzione anche a Siena e Juventus Under 23. I primi hanno ingaggiato mister Dal Canto dopo una grande annata con l’Arezzo e i piemontesi hanno una squadra competitiva. Entrambe già faccia a faccia la scorsa giornata col trionfo del Siena all’ultimo respiro per 3-2 fuori casa. Toscani che riscattano la debacle in casa contro l’Olbia. Per i torinesi secondo ko dopo il Novara.

La squadra rivelazione di questo inizio è però il Renate di Aimo Diana. Due successi su due, sei reti fatte e zero subite. Ruolino da schiacciasassi. Squadra che ha cambiato molto rispetto allo scorso anno ma costruite secondo la volontà del proprio tecnico e chissà che non possa rivelarsi non semplice scintilla ma una vera conferma di questo campionato.

 

 

Antonio Barbato

Laureato in Culture Digitali e della Comunicazione presso il dipartimento di Scienze Sociali della Federico II di Napoli. Ho conseguito un attestato di frequenza per il corso base di giornalismo, presso il centro di documentazione giornalistica di Roma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.