Accadde oggi, 24 giugno? Una giorno da eliminare per la Nazionale

Nel 2010 e poi nel 2014, la Nazionale italiana lascia anzitempo il Mondiale. Il dato comune? Entrambe le volte si giocava il 24 giugno

Se chiedessero ai giocatori della Nazionale italiana quale giorno volessero eliminare dal calendario, molto probabilmente risponderebbero “il 24 giugno“. Probabilmente, anche il 17 luglio passerebbe in secondo piano nelle scelte degli azzurri (nel 1994, infatti, si disputò la finale del Mondiale statunitense, poi persa ai rigori contro il Brasile, ndr). Questo perché prima nel 2010 e poi nel 2014, gli azzurri, il 24 giugno hanno dovuto lasciare anzitempo il Mondiale.

LIPPI-BIS IN SUDAFRICA

Dopo la deludente esperienza agli Europei, la Nazionale che fu di Donadoni, venne affidata nuovamente a Marcello Lippi: l’Italia campione del mondo in carica, infatti, doveva le sue fortune all’ex allenatore bianconero. Il ritorno, però, non fu come previsto dal copione: nel Gruppo F, infatti, gli azzurri chiuderanno la propria esperienza sudafricana da ultimi in classifica, a soli 2 punti. Fatali i due pareggi contro Paraguay e Nuova Zelanda. Ancor più fatale, però, la sconfitta contro la Slovacchia di Marek Hamsik: un 3-2 che spedisce a casa gli azzurri.

VOGLIA DI RISCATTO IN BRASILE

Nel 2014, invece, gli azzurri partono bene, battendo l’Inghilterra nella gara d’esordio. Al secondo turno, poi, una clamorosa sconfitta contro il Costarica (0-1, ndr) complica i piani degli azzurri che all’ultimo turno affronteranno l’Uruguay di Cavani e Suarez. Una partita durissima, complicata dall’espulsione di Claudio Marchisio al minuto 59. Successivamente, gli azzurri protestano furiosamente per la mancata espulsione di Suarez, reo di aver morso Chiellini all’orecchio. Nel finale, poi, il colpo di grazia: Godin la sblocca al minuto 81. Era il 24 giugno 2014, a Natal, Brasile: gli azzurri escono dal Mondiale.

Nel 2017, poi, la Nazionale di Ventura non riuscirà nemmeno a qualificarsi, ma quella è un’altra data (15 novembre) e un’altra storia.

Francesco Cipriani

Studente di legge e aspirante giornalista. Appassionato di calcio e di sport in generale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.