Belviso a ZC: “Felicissimo della prestazione con la Juve Stabia, il Catania avrà la pressione di giocare in casa. Vanoli ha dato equilibrio alla squadra, Cerofolini un vero fenomeno”

Il Bisceglie ha dimostrato di essere una delle compagini più ostiche del girone meridionale visto che nessuna delle big del campionato è riuscita ad espugnare il fortino della compagine pugliese. In tal senso la società ha fatto notevoli cambiamenti sotto la sapiente guida del direttore sportivo Emanuele Belviso, che anche in questa stagione sta permettendo a tanti talenti di mettersi in mostra.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Emanuele Belviso, direttore sportivo del Bisceglie, che ai nostri microfoni si è soffermato sul campionato del Bisceglie, sulla crescita di tanti prospetti e su tanto altro.

Pari di prestigio con la Juve Stabia – “Non possiamo fare distinzioni tra casa e fuori, noi dobbiamo raccogliere più punti possibili. Sicuramente con la Juve Stabia è stata una grande prestazione, mi è piaciuto tantissimo l’atteggiamento profuso dalla squadra, peccato per non aver capitalizzato alcune occasioni importanti.”

Catania – “Tutti i prossimi impegni rappresentano delle finali, sicuramente la pressione sarà tutta sulle spalle del Catania che dovrà giocare davanti al suo pubblico ed avrà i postumi della sfida con la Viterbese. Noi non avremo paura e scenderemo in campo per fare la nostra partita.”

La classifica – “Non pensiamo a quello che farà la Paganese, bisogna pensare a fare più punti possibili in questo mese.”

Cambiamenti e Vanoli – “Con la mia entrata e di Vincenzo Milillo ci sono stati dei cambiamenti nella rosa ed è arrivato un tecnico come Vanoli, che ha dato equilibrio a tutto l’ambiente, è una figura carismatica, considerato il suo grande passato da calciatore, per i ragazzi rappresenta un secondo padre.”

Mercato importante – “Si è vero abbiamo fatto un mercato importante, prendendo calciatori come Bangu, Triarico, Giron che già avevo avuto, e tanti giovani di valore come Parlati, Cuppone, Mastrilli e Cerofolini.”

Cerofolini – “L’abbiamo seguito tanto, il nostro lavoro è di ricerca costante, visto che quotidianamente andiamo ad assistere incontri e tornei come il recente Viareggio. Ho creduto ciecamente nel suo potenziale, e dobbiamo ringraziare la Fiorentina e la famiglia Corvino che ci ha permesso di poter contare sulle indubbie qualità di questo fenomeno.”

Credibilità – “Con il presidente Canonico abbiamo ridato credibilità a tutto l’ambiente, l’obiettivo per il momento rimane la salvezza poi penseremo a programmare il futuro.”

Lotta al primato – “La Juve Stabia mi ha impressionato per qualità di gioco ma anche il Trapani ha dimostrato di fare un gran calcio, sarebbe deciso lo scontro diretto della prossima giornata.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.