CalcioBolario – “Zona Cesarini”, origine e significato dell’espressione

Come per molti altri ambiti, anche quello del calcio possiede un glossario tutto suo, una sorta di “CalcioBolario”, costituito da parole ed espressioni di cui non tutti conoscono i significati. Appassionati, professionisti, futuri allenatori e non: tutti devono conoscere e assimilare questo gergo per comprendere, ad oggi, le dinamiche del gioco.

Che significa e dove nasce, ad esempio, l’espressione “Zona Cesarini“? Utilizzata prevalentemente in ambito sportivo, in realtà è oramai stata assorbita anche dal comune linguaggio parlato per indicare situazioni cui si è posto rimedio in extremis o momenti complessi che si risolvono – sempre nelle fasi finali – a proprio vantaggio.

Il nome deriva dal calciatore Renato Cesarini, detto , mezzala e pilastro della Juventus del Quinquennio nella prima metà degli anni 1930. L’originario di Senigallia – che in seguitò acquisì anche la cittadinanza argentina – era solito segnare negli ultimi minuti delle gare e, pian piano, i cronisti crearono questo modo di dire proprio per indicare queste dinamiche finali in cui spesso si stravolse il risultato.

Una data molto importante è il 13 dicembre 1931, ovvero quando si giocò Italia-Ungheria, partita valida per la Coppa Internazionale. E’ infatti in quella gara che Cesarini segnò la rete decisiva per la vittoria azzurra al 90esimo, portando la propria compagine sul 3-2. La domenica successiva, il giornalista Eugenio Danese parlò di “caso Cesarini” riferendosi ad una rete segnata all’89’ della partita di campionato tra Ambrosiana (ovvero l’Inter) e Roma, 2-1.

Il sostantivo “zona”, poi, sembrerebbe essere stato assorbito più tardi dal mondo del bridge, dove essere “in zona” vuol dire avere chiuso una manche.

Caterina Pullia

Nata nel marzo 1999 a Lamezia Terme, studia "Comunicazione, tecnologie e culture digitali" all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Scrive di calcio e di Juventus, a cui è fortemente legata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.