Champions League, Roma-Viktoria Plzen: gli “In&Out” della partita

Dzeko devastante, Pellegrini indispensabile. Bene anche Under e Kluivert

Una Roma in forma e devastante si è abbattuta, questa sera all’Olimpico, sui cechi del Viktoria Plzen. Un netto 5-0 che non lascia scampo a critiche, se non per i protagonisti della compagine avversaria. Ecco, dunque, quali sono gli “In&Out” della sfida:

ROMA 

IN: Dzeko è sicuramente il “man of the match” di questa serata Europea. Prima tripletta in Champiosn, seconda consecutiva contro il Viktoria Plzen. Per citare lo stesso attaccante, evidentemente, li “conosce” molto bene. Cinico sotto porta, disponibile con i propri compagni. Tutto un altro Dzeko, dunque, rispetto a quello visto contro Bologna e soprattutto Lazio.

Pellegrini è sicuramente da citare, assolutamente, tra i migliori della serata. E’ vero, rispetto al match contro la Lazio non è andato in goal, ma le sue giocate ed il suo assist sono stati fondamentali per la Roma. Ha finalmente trovato la sua dimensione ed ora sarà difficilissimo per Pastore rubargli il posto.

Under: un assist, un goal (quasi due), cosa bisogna chiedergli in più? Perfetta la sua gara, attentissimo sia nella prima che nella seconda frazione di gioco.

VIKTORIA PLZEN

IN: Non pervenuti.

OUT: Kremencik non ha sicuramente giocato la miglior partita della sua carriera. Non riesce a far salire la squadra e non impensierisce, praticamente, mai la difesa giallorossa.

Hubnik e Hejda: se il Viktoria prende 5 goal, sicuramente parte delle responsabilità sono da attribuire ai due centrali di difesa. Non reggono la qualità e la pressione offensiva della Roma. Non reggono il confronto con Edin Dzeko. Assolutamente da rivedere, dunque, la loro prestazione.

Francesco Cipriani

Studente di legge e aspirante giornalista. Appassionato di calcio e di sport in generale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.