Chi l’ha + visto, Erminio Rullo: una lunga carriera… non ancora terminata!

Come ogni venerdì, la rubrica “Chi l’ha + visto” si occuperà di un giocatore di cui ormai si sono perse le tracce ma che, nel bene o nel male, ha lasciato un segno nel nostro calcio.

Il nome che vi proponiamo questa settimana è quello di Erminio Rullo, protagonista di una lunga carriera vissuta soprattutto sui campi di Serie A, B e C… non ancora terminata.

Una storia senza fine

Il classe ’84, nato a Casoria, muove i primi passi da calciatore nella Polisportiva Boys Melito e si trasferisce da lì a poco nel settore giovanile del Lecce. E’ il 2001 quando viene girato in prestito all’Inter, dove vince il Campionato Primavera, per altri due anni consecutivi conquista poi il titolo giovanile con la maglia giallorossa e il 31 agosto 2003 esordisce in massima serie.

Un momento di svolta sarà l’arrivo di  Zdeněk Zeman sulla panchina dei pugliesi: il giocatore trovò un posto da titolare come terzino sinistro, giocò 35 partite di campionato segnando anche una rete; nel campionato 2005-06 scese in campo in altre 31 occasioni. Il 25 gennaio 2007 il difensore accetta all’istante di andare al Napoli, sua squadra del cuore, ma sarà un passo falso: raggiunge la promozione in Serie A collezionando solo 7 presenze e venendo spesso relegato in panchina o tribuna.

A giugno dell’anno successivo è ingaggiato con la formula del prestito dalla Triestina, con la quale disputa il campionato di Serie B: colleziona 35 presenze in campionato e una in Coppa Italia, poi nel luglio 2009 fa rientro al Napoli e viene aggregato alla prima squadra, ma non troverà mai spazio.

Nel 2011 passa a titolo definitivo al Modena, esordisce col club emiliano il 23 di gennaio ma a fine stagione rimane svincolato. A quel punto torna a Lecce, lì torna al gol e ritrova un po’ di stabilità. Dal 2015 in poi varie esperienze in giro per l’Italia: prima il Messina, poi Lega Pro con il Martina e Serie D con l’Olympia Agnonese, una brevissima parentesi ad Avezzano e poi il Fasano.

Oggi, Erminio Rullo, continua a vivere per il pallone: con i suoi 35 anni è la chioccia dell’Olympia Agnonese in D.

Caterina Pullia

Nata nel marzo 1999 a Lamezia Terme, studia "Comunicazione, tecnologie e culture digitali" all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Scrive di calcio e di Juventus, a cui è fortemente legata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.