CalcioBolario – “Tiki-taka”, significato e origini: da Aragones a Guardiola

Come per molti altri ambiti, anche quello del calcio possiede un glossario tutto suo, una sorta di “CalcioBolario”, costituito da parole ed espressioni di cui non tutti conoscono i significati. Appassionati, professionisti, futuri allenatori e non: tutti devono conoscere e assimilare questo gergo per comprendere, ad oggi, le dinamiche del gioco.

Vi siete mai chiesti da dove deriva l’espressione “tiki-taka”?  Questo termine, tra il 2008 e il 2012, è stato reso particolarmente famoso da Pep Guardiola durante la sua esperienza al Barcellona, ma il realtà nacque un paio di anni prima, durante il Mondiale 2006. Per rispondere adeguatamente all’iniziale domanda che ci siamo posti, però, bisogna prima darne una definizione vera e propria.

Il termine, che è ormai possibile trovare anche sul dizionario, indica uno stile di gioco caratterizzato da un consistente possesso palla basato su una serie di passaggi orizzontali e non, con l’0biettivo di diminuire le chance e il tempo a disposizione dell’avversario per fare azioni, costringendolo a stancarsi inseguendo il pallone.

Durante la telecronaca della Coppa del Mondo – poi vinta dall’Italia – e più precisamente nel corso di Spagna-Tunisia, il noto commentatore spagnolo Andrés Montes dichiarò che La Roja di Luis Aragones stava palleggiando “tiki-taka”, ovvero stava eseguendo questa lunga serie di passaggi, con l’obiettivo di tenere il più possibile la sfera e disorientare gli avversari. Lo slang si stava diffondendo in Spagna già da qualche mese, ma da quel momento in poi spopolò.

Questo modo di giocare divenne caratteristico e fu adoperato dai Blaugrana  e dalla nazionale spagnola, contribuendo alle vittorie nei Campionati Europei 20082012 e nel Mondiale 2010. Nonostante ciò, molte sono state le critiche a riguardo…

Caterina Pullia

Nata nel marzo 1999 a Lamezia Terme, studia "Comunicazione, tecnologie e culture digitali" all'Università degli Studi di Roma "La Sapienza". Scrive di calcio e di Juventus, a cui è fortemente legata.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.