ESCLUSIVA – Mudingayi a ZC: “Tifosi del Bologna strepitosi, non li dimenticherò mai! E sul mio mancato ritorno…”

VI RACCONTO (IL) BOLOGNA

“Bologna è una regola” canta il noto artista Luca Carboni, e chi l’ha vissuta sa benissimo il valore di questa città e del club. Abbiamo così deciso di rendere omaggio alla squadra e alla città petroniana con la rubrica “Vi racconto (il) Bologna”.  Zonacalcio.net proporra’ ogni mercoledì fino al 23 agosto un’intervista ad un ex campione rossoblu, il quale ci racconterà, attraverso curiosità e aneddoti, il periodo vissuto sotto Le Due Torri a contatto con la gente bolognese.

Il primo intervistato in esclusiva è l’ex centrocampista classe ’81 Gaby Mudingayi, assoluto protagonista rossoblu dal 2008 al 2012 dopo essere stato prelevato dalla Lazio. Ringraziando il giocatore belga per la disponibilità, ecco quanto emerso:

125 presenze con la maglia del Bologna, cosa puoi dire della piazza rossoblu?

“E’ una piazza molto importante per me, la porterò per sempre nel cuore. In particolare sono molto legato ai tifosi rossoblu, sono persone spettacolari”

In campo ti sei sempre contraddistinto per agonismo e determinazione. Credi fosse questa la tua più grande qualità, premiata con l’affetto dei bolognesi?

“Credo proprio di sì. Mi sono sempre sentito amato, me lo facevano sentire ogni giorno. Ovviamente per me era lo stesso, rimarranno sempre nel mio cuore.”

Pochi giorni prima del tuo trasferimento all’Inter era stato esposto dai tifosi uno striscione al centro sportivo Niccolò Galli dove ti imploravano di rimanere. Come commenti questo grande gesto?

“E’ stata un’emozione fortissima, un gesto che favoloso. Tuttavia sono contento delle mie scelte, sono una persona che nella vita guarda sempre avanti. L’esperienza a Bologna è stata una delle più belle ed emozionanti dove sono cresciuto sia come giocatore ma soprattutto come persona.”

Ai tempi si vociferava di un tuo ritorno sotto Le Due Torri. Sai dirci qualcosa di più?

“A dirti la verità non so nulla di preciso, posso solo dirti che io avevo fatto il possibile per concretizzare un mio ritorno a Bologna. Sapevo benissimo che non sarebbe stata una trattativa semplice ma ci avevo provato.”

Con la maglia rossoblu sei stato allenato da diversi allenatori. Ce n’è uno a cui sei particolarmente legato?

“Senza dubbio con mister Stefano Pioli. Con lui c’era qualcosa di speciale, grande feeling. A dimostrazione di ciò, posso dirti che lo sento tutt’ora, come conferma del nostro splendido rapporto.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.