Fedato a ZC: “Contento per quanto fatto con il Trapani. Mi piacerebbe ritornare in Serie B, Italiano tecnico dalle idee innovative. Il Bari rimane sempre nel mio cuore”

Francesco Fedato è un esterno offensivo dalle grandi qualità, un giocatore in grado di fare la differenza nelle squadre che gli hanno dato la possibilità di esaltare le sue importanti caratteristiche, difatti, il giocatore, attualmente, svincolato e reduce dalla vittoria dei playoff di C con il Trapani, potrebbe rivelarsi un affare per chiunque punti ciecamente sul pontenziale di questo ragazzo.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto a Francesco Fedato, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sul suo futuro e su tanto altro, ecco quanto emerso:

Futuro – “Mi sono trovato svincolato all’improvviso, ma mi piacerebbe ritornare in Serie B, dove in carriera ho realizzato 20 reti, un campionato più adatto alle mie caratteristiche, considerata anche la mia abilità nell’uno contro uno, in caso contrario sarei propenso ad accettare un progetto che possa esaltare il mio modo di intendere il calcio.”

La stagione – “Dopo esser stato fermo, sono ripartito da Piacenza, dove però non ho trovato la continuità che cercavo. A Trapani mi sono sentito subito protagonista nonostante un piccolo infortunio che ha inciso sul mio percorso, sono davvero contento di come si è conclusa la stagione.”

Abolizione delle liste – “Nel calcio deve giocare chi merita a prescindere da qualsiasi regola, certamente l’assenza di vincoli favorirà i calciatori più esperti e ne beneficerà lo spettacolo.”

Bari – “Mi aveva chiamato l’anno scorso, ma non me la sentivo di scendere in Serie D, nonostante l’amore che provo per questo club. Chissà un giorno se ci fosse l’opportunità mi piacerebbe ritornare ad indossare questa prestigiosa maglia.”

Serie B – “Il livello della Serie B è davvero elevato, ci sono tante piazze blasonate, parliamo di un campionato molto equilibrato, dove la forbice tra i primi posti e gli ultimi è realmente minima.”

Italiano – “Si è imposto subito, introducendo delle idee innovative e propositive, Italiano è un tecnico capace che è destinato ad un futuro importante.”

Tecnici – “Con tutti i tecnici mi sono trovato molto bene, ed in particolare modo cito Torrente, Panucci, Castori e Italiano.”

Confronto – “Nel calcio ho avuto la fortuna di confrontarmi da giovane con ragazzi eccezionali come Caputo ai tempi del Bari e De Silvestri durante l’esperienza con la Sampdoria.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.