Filippo Romagna, un ragazzo con il carisma da veterano

Continuando nella scoperta delle giovani promesse del nostro calcio, spostiamo l’attenzione su un difensore che già ha fatto tanto parlare di sè, soprattutto dopo il suo trascorso nella Primavera della Juventus: stiamo parlando di Filippo Romagna.

Il difensore centrale nasce a Fano il 26 Maggio del 1997. Inizia a muovere i primi passi nelle giovanili del Padova, per poi essere prelevato nel 2011 dai bianconeri, dove prosegue la sua maturazione. Nel 2013 arriva in Primavera ed è quello probabilmente il momento più importante della sua carriera (seppur ancora lunga).

Qui, sotto la guida di Fabio Grosso cresce esponenzialmente, sia a livello tecnico, che soprattutto a livello mentale, a tal punto da arrivare a prendere la fascia di capitano. Con il tecnico ,ora in procinto di trasferirsi al Bari, Romagna conquisterà insieme ai compagni il torneo di Viareggio.

Nell’estate del 2016 passa al Novara, anche se solo per sei mesi: esordisce con i piemontesi in Serie B nella gara con l’Avellino giocata al Silvio Piola.

Nel Gennaio 2017 si trasferisce in prestito al Brescia, dove riesce a trovare maggiore continuità. Con le rondinelle infatti collezionerà ben 14 presenze, compiendo un ulteriore salto in avanti nella sua formazione tra i professionisti.

Dotato di grande temperamento e di buona tecnica, Filippo Romagna è uno dei prospetti più interessanti del panorama italiano, soprattutto per le sue doti nell’impostazione della manovra, qualità che contraddistingue il difensore moderno. Ha preso parte ad uno degli stage organizzati dalla Nazionale maggiore ed è uno dei punti cardine della Nazionale ed ha preso parte alla spedizione azzurra arrivata terza al Mondiale della Corea del Sud.

Grazie alle sue prestazioni, il classe ’97 è al centro di voci di mercato riguardanti il campionato cadetto, torneo nel quale il giocatore ha dimostrato di poterci stare. Entro la fine di Giugno, la Juventus e il procuratore del ragazzo dovrebbero incontrarsi per definirne il futuro: un futuro ancora tutto da scrivere.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.