Guidetti (Monza) a ZC: “Indossare la maglia del Monza ci dà maggiori motivazioni”

Un ritorno importante per tutto il movimento calcio italiano è stato certamente quello del Monza, che in queste prime giornate di campionato ha dimostrato già la bontà del progetto sportivo e non solo. In esclusiva ai nostri microfoni è intervenuto Luca Guidetti, capitano dei brianzoli, il quale si è soffermato sul convincente inizio di stagione della sua squadra e sull’importanza di aver puntato su quel gruppo di ragazzi, che ha permesso al Monza il ritorno nel calcio che merita.

Poker alla Carrarese – “Roboante nel risultato, ma è stata una partita combattuta, ci siamo divisi i tempi, nella prima frazione la Carrarese ha dato qualcosa in più ma senza impensierirci, nella ripresa siamo stati superiori e potevamo forse sfruttare qualche altra occasione.”

Arzachena – “Io penso che tutte le squadre di questo girone siano all’altezza, ho visto qualche video dei prossimi nostri avversari, essendo come noi, una neopromossa, cercano di sopperire le loro mancanze, mettendoci tanta corsa e grinta”

Neopromossa di lusso – “Se andiamo a guardare la nostra, pochi di noi abbiamo già giocato in questa categoria, ma indossare una maglia prestigiosa come quella del Monza, ci offre un’ulteriore carica e motivazione”

Un gruppo – “La società ha creato un progetto senza stravolgerlo, partendo dalla rosa che ha vinto lo scorso campionato, si è creato un gruppo unito sia sul piano tattico che umano. La società vuole ottenere risultati nel breve termine ma programmare per i prossimi anni.”

Il Mister – “Mister Zaffaroni lo conosco da sette anni, persona coerente, ha una linea di pensiero chiara, che condivido pienamente, tutti noi della rosa abbiamo il dovere di seguirlo, ed in tal senso si vede l’ottima predisposizione del gruppo, a conferma dei risultati ottenuti.”

Il campionato – “Alla lunga squadre come Pisa, Alessandria e Livorno, usciranno fuori. Però parliamo di un campionato equilibrato, dove nulla è scontato.”

Un ritorno tra i professionisti – “Adesso è tutta un’altra storia, non ero pronto sul piano della maturità nella mia esperienza al Renate, ho lavorato tanto sull’aspetto mentale, mi sento pronto per affrontare nel modo giusto questa categoria.”

Leader – “Mi rendo conto di dover essere un esempio, a partire dagli allenamenti devo dare dimostrazione di quale sia l’atteggiamento giusto. Ho delle responsabilità verso i miei compagni, anche per me è un percorso, che devo affrontare nel migliore modo possibile per il bene della squadra.”

Dott. Guidetti – “Quando sei giovane è davvero difficile mettersi sui libri, infatti mi ero iscritto all’Università di Como, che poi ho mollato. E’ stato un compito arduo, che è coinciso con il mio percorso di maturazione, le motivazioni e lo spirito di sacrificio hanno fatto la differenza, permettendomi di laurearmi in tre anni.”

Regola Under e Over – “Il rischio che molti giovani lascino il calcio è reale, infatti così facendo trovano spazio molti ragazzi in virtù spesso del fattore anagrafico, con il pericolo una volta divenuti over di non trovare più una sistemazione. Personalmente quando sono stato under non ho giocato tantissimo, una volta diventato “grande” mi sono ritagliato un posto.”

Realtà seria – “Siamo molto fortunati, qui non ci manca nulla e siamo molto coccolati. Non è facile trovare piazze come questa, purtroppo ci sono tanti esempi negativi, dove a rimetterci è sempre l’intero staff tecnico.”

Idoli e Veterani – “Da bambino tifavo per il Milan, ti faccio i nomi di Pirlo e Kakà. Per la mia crescita soprattutto mentale sono stati fondamentali due ragazzi: Simone Moretti (Folgore Recanatese) e  Alessio Battaglino (Fanfulla) che ai tempi del Renate mi ha fatto davvero crescere”.

La redazione di ZonaCalcio.net ringrazia Luca Guidetti, l’area comunicazione e la società Monza Calcio per la disponibilità e la cortesia.
RIPRODUZIONE RISERVATA: l’esclusiva può essere riportata parzialmente o integralmente previo assenso della redazione di ZonaCalcio.net.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.