Il bello del calcio: Reggina-Messina

Tra i tanti derby extra cittadini ed extra regionali, Reggina-Messina è uno dei più accesi. La rivalità da derby parte infatti dalla condivisione della stessa città o al massimo regione, questo però non è il caso di due squadre che si contendono un braccio di mare, che collega lo Ionio al Tirreno, denominato Stretto di Messina. Calcisticamente parlando, l’egemonia sullo stretto se la contendono le squadre principali delle due città: la Reggina ed il Messina.

Nel corso degli anni si sono disputate tantissime gare tra le due compagini che, tra un cambio di nome e l’altro, hanno sempre dato vita ad uno scontro spettacolare.

LA STORIA

Il primo derby della storia fu disputato il 12 aprile del 1924 tra l’Unione Sportiva Peloro e il Reggio Football Club per il girone calabro-siculo della Seconda Divisione 1923-1924. All’Enzo Geraci di Messina prevalsero 2-1 i siciliani, con i calabresi che ebbero la personale rivincita due giorni dopo, il 14 aprile vincendo 3-2 in casa. Gli anni successivi videro la sfida giocarsi soltanto in Serie C, con la Reggina, fallita nel 1935, che fu sostituita dalla Dominante. Per vedere una gara di Serie B dobbiamo aspettare gli anni ’60, il 17 ottobre 1965. Entrambe le gare della stagione 1965-1966 finiscono in parità, con il risultato di 1-1.

I GIORNI NOSTRI

Una decina di anni più tardi il Derby dello Stretto torna a giocarsi in Serie C, mentre a cavallo degli anni ’90 e 2000 si rivedono sfide di grande livello, fino ad arrivare al 31 ottobre 2004, data del primo storico derby di Serie A. Al San Filippo vinse il Messina con le reti di Zampagna e Di Napoli, mentre per la Reggina segnò Bonazzoli. Altra gara da ricordare, sponda Amaranto, quella del 30 aprile 2006. Con un netto 3-0 firmato Cozza, Amoruso e Bianchi, gli uomini di Mazzarri condannarono alla retrocessione i cugini, poi salvati dallo scandalo Calciopoli. Un anno dopo la storia si ripete, questa volta la gara finisce 3-1, con sempre Amoruso (doppietta) e Bianchi protagonisti e Riganò a firmare l’unica rete messinese.

Questa l’ultima gara disputata in Serie A, con le due squadre che tra una retrocessione e l’altra si ritrovano nuovamente di fronte nel 2014 in Lega Pro. Questa volta la vittoria va al Messina, con uno dei derby più trionfali di sempre per i giallorossi. Un 4-1 rimasto nella storia per il selfie di Ciciretti come esultanza dopo il fischio finale a deridere gli avversari. Sconfitta con annessa esultanza polemica vendicata nel play-out della stessa stagione quando gli Amaranto, con un 1-0 all’andata e al ritorno, condannano il Messina alla retrocessione in Serie D. Dopo un anno si torna a disputare un derby, quello d’andata termina 2-0 per la Reggina, mentre il ritorno lo vince il Messina con il medesimo risultato.

L’ultimo derby in assoluto è proprio questo, il 29 dicembre 2016. Poi le strade delle due squadre si dividono, con il fallimento del Messina e la conseguente scissione in FC Messina e ACR Messina, divise in attesa di nuove fortune e nuovi derby da giocare.

Giancarlo Labate

Nato a Reggio Calabria nel 1998, studente di Scienze Politiche e grande appassionato di calcio. Sogno di diventare giornalista sportivo per raccontare le mie passioni.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.