Laneri a ZC: “La vittoria con la Sicula decisiva per il nostro percorso, l’obiettivo del Siracusa è di crescere. Vazquez potenzialmente da categoria superiore. Sogno di portare questa piazza in B”

Antonello Laneri è uno dei dirigenti più esperti e navigati del nostro movimento, il suo apporto anche in questa stagione è risultato fondamentale per la corsa alla salvezza del Siracusa targato Alì. e sicuramente le indiscutibili capacità risulteranno determinanti per il futuro di questa compagine.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Antonello Laneri, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sulla stagione del Siracusa, sulle sue sensazioni personali e su tanto altro.

La stagione – “Nel complesso è stata una stagione molto positiva, visto il cambio di proprietà e soprattutto le tante difficoltà superate visto che si era partiti con un progetto cambiato in corso d’opera, ma credo che da gennaio in poi le cose si sono sviluppate nel migliore dei modi.”

La svolta -“Raciti già conosceva l’ambiente ed ha realizzato un ottimo lavoro grazie anche  all’inserimento di altre figure importanti nello staff tecnico, le quali hanno facilitato il compito dell’allenatore. Il mercato ha poi dato una grossa mano, visto gli arrivi di calciatori come Crispino, Russini, Parisi e Bruno, i quali hanno trovato l’amalgama giusta con il resto della squadra, grazie anche la presenza di grandi uomini come Catania, Turati e Daffara.”

Momento decisivo – “La vittoria con la Leonzio è stata decisiva, visto che avevamo tanti scontri diretti giocare dopo la sfida con la compagine di Lentini, tale successo ci ha dato una grande consapevolezza dei nostri mezzi.”

Abolizione delle liste – “Cambierà tantissimo la fisionomia della categoria, ovviamente sono favorevole all’abolizione dei vincoli, ma bisogna ricordare che una delle mission della Serie C è la valorizzazione dei giovani.”

Il livello del campionato – “Quest’anno ho visto un buon livello del campionato, e sono convinto che la prossima stagione con l’arrivo di società come il Bari e la stessa abolizione delle liste, il tasso tecnico s’innalzerà.”

Bianco – “Bianco ha dimostrato di essere un tecnico molto bravo e competente, che ha lavorato in maniera egregia soprattutto con i giovani, basti pensare ciò che abbiamo realizzato con Magnani e Parisi.”

Siracusa – “La piazza di Siracusa è molto esigente e calorosa, sicuramente l’obiettivo della nuova proprietà è quello di crescere, sperando di trovare ulteriori imprenditori in grado di poter coadiuvare in questo compito il presidente Alì.”

Catania – “Siracusa è diventata la sua dimensione, sono cinque anni che vive in simbiosi con questa piazza, ha tanti stimoli e motivazioni proprio per il rapporto che nutre per questa piazza.”

Vazquez – “E’ un giocatore che può arrivare lontano e potenzialmente è da categoria superiore, purtroppo ha pagato lo scotto dell’ambientamento alla C e delle difficoltà iniziali del Siracusa, da dicembre in poi ha completamente svoltato come il resto della squadra.”

Sottil – “Sottil è uno dei migliori allenatori con cui ho lavorato, ha sempre raggiunto i suoi obiettivi, e sono convinto che sia destinato ad una grande carriera.”

Sogno – “Posso dare ancora tanto al Siracusa, il mio sogno è quello di portare questa piazza in B, sarebbe il massimo.”

Fontefoto: siracusacalcio

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.