Multineddu a ZC: “E’ necessaria la defiscalizzazione in Serie C, l’abolizione delle liste può favorire i settori giovanili. Faccio i complimenti a Faggiano che sa pescare nelle categorie inferiori”

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Gianfranco Multineddu, direttore sportivo da sempre stimato dagli addetti ai lavori, protagonista in realtà come Pescara, Fondi, Campobasso, Grosseto, in passato osservatore della Reggiana ed oggi consigliere ed esponente dell’Adicosp. Ci siamo soffermati con Gianfranco Multineddu sul suo futuro e su tanto altro, ecco quanto emerso:

Futuro – “Lo vedo problematico, il calcio è ricco di incognite, come ha fatto intuire il presidente Ghirelli in una recente intervista, si parla di defiscalizzazione che sarebbe giusta, visto le tante società in difficoltà, bisogna produrre profitti e non debiti.”

Abolizione delle liste – “Con l’abolizione delle liste si andranno a valorizzare i settori giovanili, sicuramente le società di C devono puntare sui talenti del proprio territorio, cercando di ottenere investimenti e risultati.”

Gironi – “Dipenderà molto dalla composizione dei prossimi gironi, ma sicuramente la Serie C con l’abolizione delle liste e la conseguenziale risalita di tanti calciatori esperti dalla Serie D sarà più competitiva, soprattutto il Girone C sarà una vera e propria B2.”

Aspettative – “Ad inizio anno vedevo molto bene Catania e Potenza, dalle quali mi aspettavo qualcosa in più, come del resto dal Monza, che nonostante i grandi investimenti non è andato lontano nei playoff.”

Pescare – “Ci sono dei direttori capaci che pescano in C e D come Faggiano del Parma, in queste categorie ci sono talenti e spesso capita che alcuni giocatori emergono più tardi rispetto ad altri.”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.