Raffaele Di Napoli a ZC: “Auteri il Mourinho della C, la classe dei campioni della Casertana ha fatto la differenza. Fornito e Musacci determinanti per la Paganese, attenzione a Juve Stabia e Potenza”

Essere un tecnico di C non è facile, viste le precarietà e le difficoltà che rendono ancora più arduo tale lavoro in questa categoria, solamente uomini dal grande carattere e dalle enormi virtù sportive ed umane possono mettersi in mostra, diventando un punto di riferimento, una guida per i tanti ragazzi che spesso, in questo campionato ricco di contraddizioni, hanno bisogno di persone dalla spiccata competenza e personalità in grado di farli proseguire con serenità nel loro percorso di crescita, e sicuramente tra questi è possibile annoverare Raffaele Di Napoli, mentore di moltissimi giovani che hanno avuto la fortuna di poter fare affidamento sulla grande esperienza e sulla voglia di fare calcio di questo allenatore.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Raffaele Di Napoli, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sulla prima giornata di campionato di Serie C.

Casertana – “La Casertana ha sofferto la prima mezz’ora una Cavese che ha giocato di ripartenze, poi è uscita fuori la classe dei campioni, che ha permesso ai falchetti di ottenere la prima vittoria. Martone ha fatto un grande lavoro, portando grandi nomi nella piazza di Caserta, adesso toccherà a Fontana trovare l’amalgama giusta.”

Juve Stabia – “Juve Stabia parte sempre in sordina negli ultimi campionati, ma personalmente dovrebbe dichiarare le proprie ambizioni da play-off, visto che anche quest’anno il direttore Polito si è dimostrato all’altezza portando calciatori come Troest, Di Roberto e Vitiello. La Juve Stabia ha grandi valori e può puntare sull’importante ossatura della scorsa stagione.”

Paganese – “Il girone C è diviso in due gruppi, chi lotta per i play-off e chi invece per i play-out, la Paganese fa parte del secondo raggruppamento ma il presidente Trapani sa il fatto suo, parliamo di una compagine giovane, ma che può contare su due nuovi arrivati di spessore come Musacci e Fornito, il quale non capacito che si trovi ancora in C, e su un attacco di assoluto valore composto da Cesaretti, Terigi e Scarpa.”

Potenza – “Il Potenza è stato costruito molto bene, con giocatori esperti, basti pensare a Dettori, Emerson e Giosa. Il presidente Caiata è molto ambizioso e il direttore De Santis ha creato un giusto mix di giovani e veterani, adesso questo club dovrà adattarsi al professionismo e soprattutto dimostrare di essere immediatamente pronti a ripartire dopo una sconfitta.”

Auteri e Catanzaro – “Auteri è il Mourinho della C, lo stimo molto e per certi versi è simile a Braglia, riesce ad ottenere il massimo da ognuno dei suoi calciatori, con lui il Catanzaro diventa davvero un osso duro, inoltre parliamo di una squadra costruita con abile maestria da Logiudice.”

Futuro – “Ho continuato a fare colloqui in attesa di trovare l’offerta giusta che mi permetta di mostrare realmente le mie idee di gioco.”

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.