Ricchiuti a TLM: “Il campionato non deve riprendere per il rispetto della gente. Il nostro era un Rimini da Serie A, Handanovic lo chiamavo il polipo”

Ai microfoni di Radio Musica Television è intervenuto l’ex trequartista tra le tante di Catania e Rimini, Adrian Ricchiuti, il quale, durante il programma “Taca La Marca”, si è soffermato sulla situazione d’emergenza del calcio italiano, ecco quanto emerso:

La situazione attuale – ”Dobbiamo stare a casa per tutti, ce la dobbiamo fare. dopo questo periodo prometto di gettare il telefono e di usare di meno i social, ne sto facendo davvero un abuso.”

Serie minori  – ”E’ una situazione grave per tutti. Parlando di calcio, in serie A il problema si risolverà. In C e nelle categorie minori ci saranno conseguenze gravi, sicuramente verranno penalizzati tanti calciatori e tante famiglie. Mi auguro che questi ragazzi non si ritrovino senza lavoro… .”

Handanovic – ”A Rimini era giovanissimo e sinceramente all’inizio non pensavamo fosse così forte, poi in allenamento parava tutto da qualsiasi posizione, lo chiamavo il polipo. E’ una delle persone più vere del calcio di oggi. Merita tantissimo di giocare nell’Inter.”

Il gol contro la Juventus – ”Nella prima giornate di Serie B della Juventus ho segnato il gol del definitivo pareggio per il Rimini. Difatti fu una rete storica visto che fu la prima che hanno subito i bianconeri in cadetteria. Fui molto contento per il pubblico che venne allo stadio quella domenica. Parliamo di una Serie B tra le più belle della storia, da quinti non riuscimmo a fare i playoff. Quel Rimini era una squadra forte che meritava la Serie A, tanti giocatori giocano ancora oggi nella massima categoria.”

Sull’eventuale ripresa – ”Rappresenterebbe una mancanza di rispetto per le persone comuni se viene concessa la possibilità ai calciatori di fare il tampone ogni tre giorni. Personalmente non sarebbe il caso di riprendere il campionato dinanzi ad una tragedia di tali dimensioni.”

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.