“Grazie Stefano Sensi” firmato Marcelo Brozovic

Arrivato tra lo scetticismo dei tifosi, che erano in attesa di Barella, Stefano Sensi si è rivelato, sin qui, il miglior acquisto estivo di questa Serie A. Ad un passo dal Milan, il centrocampista è approdato dall’altra parte di Milano, quella nerazzurra, andando a prendersi un ruolo da anni senza padrone: quello del regista.

Grazie Stefano Sensi, firmato Marcelo Brozovic

Lo ha voluto Antonio Conte, ma questo non era bastato per convincere i tifosi. Lo ha scelto Marotta, che voleva prenderlo già a Torino, e neanche era bastato. Le amichevoli con Lugano, Manchester Utd. e Juventus, però, hanno illuminato i supporter, capovolgendo il giudizio verso l’ex Sassuolo.

Corsa, tecnica e padronanza del ruolo. Dal primo all’ultimo minuto, con costanza e sacrificio, cose che in regia non si vedevano da anni. Stefano Sensi ha dato all’Inter quelle geometrie che mancavano da tempo, sgravando Brozovic da compiti non propriamente suoi. Il croato, infatti, è stato uno dei primi a beneficiare dell’arrivo del compagno.

Se è vero che Spalletti era riuscito a dargli finalmente luce, è altrettanto vero che quando la luce si spegneva anche i nerazzurri vedevano buio. Il tallone d’Achille dell’ex Dinamo Zagabria è da sempre l’incostanza. Alle buone partite con grandi giocate, anche nella scorsa stagione, più volte ha affiancato prestazioni grigie e spocchiose, con palle perse in fase di ripartenza che una squadra che punta al successo non può permettersi. Per questo il tecnico ha voluto qualcuno di affidabile a cui consegnare le chiavi del centrocampo, un uomo di cui potersi fidare ciecamente, come stanno facendo i compagni.

Brozovic, da tutto questo, non ne sta uscendo ridimensionato, anzi sta ben figurando in queste amichevoli estive. Infatti, potendosi muovere con più libertà e meno pressione, avendo un collega di reparto su cui appoggiarsi e con cui dividere l’onere di impostazione, è tornato al ruolo più congeniale alle sue caratteristiche: la mezzala.

Insomma, l’arrivo di Stefano Sensi, per il momento, è stata una manna dal cielo, con buona pace dei critici che speravano in un nome altisonante.

Antonio Di Martino

Studente di Economia Aziendale, diplomato in ragioneria, con la passione per il calcio.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.