“Tecnici alla ribalta”, il Parma di Roberto D’Aversa

L’arrivo sulla panchina dei ducali nel 2016. La promozione, e poi la salvezza: chi è il tecnico crociato

Nato a Stoccarda nel 1975, Roberto D’Aversa ha appeso gli scarpini al chiodo nel 2013 ed è subito partito con la sua “nuova vita” l’anno successivo. Prima come responsabile dell’area tecnica e poi come allenatore, infatti, riparte dalla Virtus Lanciano. Alla prima stagione con gli abruzzesi, conquista la salvezza, posizionandosi 14esimo. L’anno seguente, invece, vine esonerato, ed inizia per lui un nuovo ciclo.

Prima di andare avanti, però, sarebbe giusta una piccola digressione. Cresciuto nelle giovanili del Milan, passa subito in C1 al Prato. Poi una lunga serie di club con cui ha partecipato a diversi campionati di B, prima di approdare in A con il Siena. In totale, nella massima serie, ha collezionato 96 presenze (12 con il Messina, la sua ultima esperienza) e segnato una sola rete.

L’APPRODO AL PARMA 

Tornando ai giorni nostri, D’Aversa arriva al Parma nel giugno del 2016. Alla prima stagione, complice la vittoria della finale play-off contro l’Alessandra, riporta i crociati in Serie B. Evidentemente, è un maestro delle promozioni. Alla prima in B, infatti, si classifica secondo alle spalle dell’Empoli, ottenendo la seconda promozione consecutiva, dopo la vittoria per 2-0 contro lo Spezia all’ultima giornata.

Lo scorso anno si classifica 14esimo, disputando una stagione ricca di alti e bassi (comprensibilmente, essendo la sua prima in Serie A). Con il suo 4-3-3, adattabile a 3-5-2, da del filo da torcere a diverse big tra cui il Milan di Gattuso che, bloccato dai ducali al Tardini grazie alla punizione in extremis di Bruno Alves, dice addio ai sogni Champions.

In questa stagione, siamo appena alla seconda giornata. Alla prima prima in casa era difficile evitare la sconfitta contro la Juventus, anche se non sono mancate le occasioni. Alla seconda, invece, è arrivata un’importante vittoria in rimonta contro l’Udinese. Con le conferme di Inglese e Gervinho, e gli arrivi di Darmian ed Hernani, D’Aversa avrà a disposizione una rosa più che competitiva e chissà che non possa rivelarsi come sorpresa del campionato.

 

Francesco Cipriani

Studente di legge e aspirante giornalista. Appassionato di calcio e di sport in generale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.