“Tecnici alla Ribalta”, l’Hellas Verona di Ivan Juric

Il nono posto, a +2 sul Milan: un avvio di stagione magico per gli scaligeri

Per la rubrica “Tecnici alla Ribalta”, questa settimana ci occuperemo dell’Hellas Verona di Ivan Juric. Un avvio di stagione davvero sorprendente. Quattro vittorie, tre pareggi e quattro sconfitte. Quindici i punti conquistati, che attualmente valgono il nono posto in classifica. A +2 sul Milan, e a -3 dal Napoli. Insomma, nemmeno nelle più rosee aspettative di Setti e di tutta la dirigenza.

Tutti i meriti, ovviamente, vanno alla squadra, e soprattutto al suo allenatore. Quell’Ivan Juric che dopo i diversi esoneri da parte del Genoa, finalmente sta vivendo una personalissima rivincita in Serie A. Unica costante nel gioco del Verona è il modulo: quel 3-4-2-1 che, soprattutto per quel che riguarda il reparto offensivo, ha visto spesso cambiare i propri interpreti. L’unica certezza, lì in avanti, è Valerio Verre. Nelle altre due caselle disponibili, infatti, nel corso di queste undici partite si sono alternati giocatori come Zaccagni, Salcedo Mora, Stepinski e Di Carmine, che all’inizio sembrava essere totalmente al di fuori degli schemi del tecnico croato.

VITTORIE IMPORTANTI

Il dato più significativo riguarda proprio le vittorie. Eh si, perché tralasciando per un attimo il mero concetto dei tre punti conquistati, le vittorie dell’Hellas valgono, in un certo senso, addirittura doppio. Questo perché sono arrivate contro le dirette avversarie per la lotta salvezza. A soccombere, al Bentegodi e non, sono state Lecce (la prima vittima), Brescia, Parma e Sampdoria.

Risultati giunti grazie all’ottimo lavoro, non ce lo dimentichiamo, della difesa. Rrhamani, Kumbulla e Gunter, infatti, rappresentano la miglior difesa della Serie A, al pari di quella della capolista Juventus. E forse, volendo esser precisi, è proprio questa la forza dell’Hellas Verona di Ivan Juric.

 

Francesco Cipriani

Studente di legge e aspirante giornalista. Appassionato di calcio e di sport in generale!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.