Valente a ZC: “La Carrarese fa un gran calcio, Baldini determinante nella mia scelta. Voglio realizzare una stagione importante, Sottil è stato un mentore”

Nicola Valente è un esterno di assoluto valore, reduce da tante stagioni di altissimo livello tra Pordenone, Siracusa e Sambenedettese, che con Baldini ha trovato la guida ideale per dare la definitiva svolta nella sua carriera, in una Carrarese che punta anche sulle sue giocate per realizzare un qualcosa di straordinario in questo campionato.

In esclusiva a ZonaCalcio.net è intervenuto Nicola Valente, il quale ai nostri microfoni si è soffermato sull’inizio di campionato della sua Carrarese, sulle sue sensazioni in merito a questa nuova avventura e su tanto altro.

Che campionato – “Il livello della Serie C si è alzato, con queste squadre retrocesse, ma la Carrarese sta offrendo uno dei calci più belli, lavoriamo tanto con Baldini e risultati si vedono.”

La scelta – “Baldini è stato un fattore determinante per la mia decisione, è un allenatore eccezionale, inoltre la Carrarese è una piazza fantastica.”

Baldini –  “Il rapporto è splendido, è una persona molto sincera e limpida, per lui conta solo la meritocrazia.”

Alessandria – “Andiamo in trasferta, in un campo ostico, dobbiamo pensare a partita dopo partita, bisogna preparare al meglio questa sfida.” 

Maccarone, Tavano e Coralli – “E’ una fortuna giocarci assieme, lavorano come ragazzini e non ti fanno pesare la loro carriera, ho creato un bel rapporto con tutti e tre, parliamo di professionisti eccezionali e grandi esempi.”

Marchionni – “Mi ha aiutato molto visto che giocava nel mio stesso ruolo, ha calcato palcoscenici importanti, sono felicissimo quando mi dà consigli.”

Sacrifici – “Sono fiero di aver raggiunto il calcio professionistico, partendo dal basso, considerato i tanti sacrifici compiuti, realizzando tante stagioni importanti, in primis a Pordenone con in panchina Tedino e successivamente è arrivata la svolta con il Siracusa di Sottil.”

Il tecnico – “Con Sottil ho avuto un rapporto particolare, ha sempre creduto nel mio potenziale, mi ha aiutato a dare il meglio di me, con lui sono diventato consapevole dei miei mezzi.”

Modello – “Ronaldo il “Fenomeno” è stato un modello ed un idolo della mia infanzia.”

Maestri – “Il mio primo anno al Pordenone sono stati fondamentali Stefani e Pederzoli.”

Under e over – “Una regola che non condivido, purtroppo capisco le esigenze economiche dei club, in queste categorie ci sono tanti calciatori bravi, credo che tali paletti non favoriscono la crescita dei giovani.”

Obiettivi – “Ho fatto questa scelta, pensando di arrivare più in alto possibile chissà che non faccio quest’anno con la Carrarese due passi in avanti.”

 

 

 

 

 

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.