Venezia: ecco il progetto per il nuovo stadio! Il modello è la Juve, inaugurazione nel 2023

Tacopina, Scibilia e Rogg presentano il progetto a Ca’ Farsetti: stadio di proprietà fino a 25000 posti, con cittadella dello sport e stazione ferroviaria annesse. 185 milioni il costo stimato, prima pietra nel 2021 e inaugurazione nel 2023

È una giornata storica per Venezia e per lo sport veneziano. Alla presenza del sindaco Brugnaro, la società di Joe Tacopina, alla testa degli arancioneroverdi appena dal 2015, ha presentato un progetto preliminare atteso fin dagli anni ’60: quello per uno stadio nuovo e di proprietà, che rilanci le ambizioni di un club messe finora a freno proprio dall’incapacità di realizzarlo da parte delle gestioni passate.

Modello Juve

Il Venezia FC vuole sfatare il tabù e ci sta andando più vicino di chiunque altro: da oggi sono noti al pubblico numeri, tempistiche, dettagli. La nuova struttura sorgerà a Tessera, vicino all’aeroporto Marco Polo, e verrà collegata alla città con un’apposita stazione ferroviaria. Parliamo di una vera e propria cittadella dello sport: hotel a quattro stelle, retail park, area servizi e merchandising. Il tutto, ovviamente, orbitante attorno al modernissimo ‘Venezia FC Stadium‘. Non è solo il nome dell’impianto a ispirarsi al modello Juve, pioniere italiano per quel che riguarda gli stadi di proprietà. Così come lo Stadium torinese, la controparte lagunare può infatti contare sulla supervisione della ‘Ai Engineering‘ per realizzare un prodotto finale all’avanguardia, sia sotto l’aspetto architettonico-urbanistico sia sotto quello logistico-commerciale. Una struttura da vivere 360 giorni all’anno, dice il Dg Scibilia, che avrà al centro il calcio ma fruibile anche per altri grandi eventi.

Mancano solo i permessi, ma l’amministrazione rema con la società

L’iter burocratico è l’ultimo grande scoglio: i permessi di costruire sono attesi per settembre 2019, quindi scatterà la gara per l’assegnazione del progetto, che diverrà esecutivo. Da lì, sarebbe tutto in discesa: la società arancioneroverde spera di poter posare la prima pietra nel 2021 e di inaugurare lo stadio nel 2023. Ma, diversamente dal passato, questa volta l’amministrazione locale sta ricoprendo un ruolo di spinta e non di ostacolo per la realizzazione dell’impianto. Un dettaglio cruciale.

Il costo stimato dell’intero progetto è di 185 milioni: un investimento importante, ma dai grandi ritorni potenziali. Per il Venezia FC, perché con una nuova casa da 18000 posti, ampliabili fino a 25000, scalare le gerarchie del calcio italiano ed europeo sarà più facile. Ma soprattutto per Venezia e per i veneziani, perché verrà rivalutato un territorio creando migliaia di posti di lavoro, realizzando un sogno covato per sessant’anni. Oggi, le parole del team di Tacopina hanno cominciato a darvi forma.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.